«Evitiamo altre sofferenze». L’appello del sindaco

altRoberto Pozzi

(a.cam.) «Chiediamo a tutti comprensione, pazienza e rispetto delle regole. Evitiamo altri dolori e altre sofferenze sulla Regina». Il sindaco di Laglio Roberto Pozzi rivolge un appello dopo l’ennesimo incidente mortale avvenuto sulla strada del lago.
«Assistiamo sgomenti ai tragici avvenimenti che sembra non abbiano soluzione di continuità sulla martoriata Regina – afferma Pozzi – Altro incidente mortale, il secondo in dieci giorni. Il pensiero e la preghiera vanno alle persone coinvolte, ma poi

dobbiamo intervenire. Tutti, ognuno per sua parte».
In termini pratici, il sindaco di Laglio pensa ad attraversamenti pedonali semaforizzati. «La prossima settimana, il funzionario dell’Anas sarà a Laglio per le ultime verifiche – dice Pozzi – Anas ha sempre dimostrato ampia disponibilità, come pure il prefetto di Como e le forze dell’ordine. Ma tutto è, e sarà, vano se gli automobilisti non si renderanno conto che la segnaletica stradale va rispettata».
«I controlli ci sono e andranno forse intensificati, ma non è possibile essere sempre presenti – aggiunge il sindaco – Sappiamo che il limite dei 50 chilometri orari è spesso difficile da rispettare, ma certe scene alle quali assistiamo, soprattutto la domenica, con folli corse di moto e auto vanno oltre ogni limite e oltre ogni logica. Chi sfreccia a 120 chilometri orari sulla statale 340 è come se viaggiasse con il colpo in canna. Basta un niente e il proiettile parte».

Nella foto:
Roberto Pozzi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.