L’ex assessore Fulvio Caradonna: «Affascinante ma impraticabile»

altPer l’ex assessore alla Viabilità di Como, Fulvio Caradonna, pedonalizzare il lungolago è «un’idea affascinante ma assolutamente irrealizzabile. L’unica soluzione vera sarebbe l’interramento del traffico sul lungolago, comunque inattuabile per ragioni di costi».
Insomma, spiega Caradonna, bella l’idea «ma non è il periodo adatto. In un momento di recessione per tutte le attività, qual è l’attuale, mettere in piedi un’operazione del genere è fuori luogo». Negozi ed esercizi

pubblici soffrono una crisi mai vista prima, «una rivoluzione del traffico dovrebbe essere gestita e, soprattutto capita», aggiunge l’ex assessore di Palazzo Cernezzi.
Caradonna ricorda come la giunta di centrodestra di cui faceva parte «aveva ipotizzato non tanto la chiusura quanto l’interramento del lungolago. Quella – insiste – era una bella idea ma molto costosa, inattuabile anche per una serie di altri aspetti, ad esempio l’installazione dei semafori o la realizzazione delle rotatorie».
La convalle, sottolinea ancora Caradonna, «è un quadrato. Se si chiude un lato si devono aprire alle auto le corsie preferenziali dei bus di via Cesare Battisti e di via Milano. Diversamente, è difficile immaginare la gestione del traffico che scende da Torno. Anche per questo, capisco tutte le perplessità dei sindaci della parte orientale del lago», conclude l’ex assessore.

Nella foto:
Fulvio Caradonna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.