«Ex Fisac da abbattere» Il centrosinistra aspetta il via libera definitivo dalla Soprintendenza

In maggioranza dubbi soltanto dei consiglieri Paco-Sel
La maggioranza che governa Como ha deciso: la palazzina dell’ex Fisac di Camerlata sarà abbattuta. Sempre che la Soprintendenza regionale dia il via libera.
Il centrosinistra ha quindi optato per la soluzione più radicale: buttare giù il vecchio edificio dove una volta erano collocati gli uffici dell’impresa tessile e realizzare una grande piazza a fianco del futuro centro commerciale Esselunga.
Si completa in questo modo il disegno che precede la delibera di riassetto della Trevitex.

La maggioranza ha seguito di fatto le indicazioni provenienti dall’assessore all’Urbanistica, Lorenzo Spallino. Non senza qualche malumore. I due consiglieri eletti nella lista Paco-Sel, Vincenzo Sapere e Luigino Nessi, hanno infatti espresso dubbi sulla scelta, tornando a chiedere il mantenimento almeno parziale della palazzina, a loro giudizio simbolo della città industriale. Una posizione non condivisa da tutti gli altri, orientati invece per l’abbattimento.

Nella foto:
La palazzina dell’ex Fisac verrà abbattuta se ci sarà l’ok della Soprintenden-za regionale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.