L’ex Santarella e l’Expo 2015 negli obiettivi della collezione

museo seta

LA MEMORIA – MUSEO DELLA SETA

L’appuntamento da segnare in agenda è sul lungolago. Per martedì prossimo,  15 ottobre, alle 17.45. A Villa del Grumello in via per Cernobbio 11 a Como il presidente vicario del Museo Didattico della Seta cittadino, Luciano Guggiari, illustrerà un progetto, “Como città della seta” che intende dare nuovo slancio alla storica raccolta di materiali e testimonianze del tessile a Como, che  mantiene da oltre vent’anni la continuità di una tradizione cittadina. Questo nella consapevolezza che tanti studi e

i dibattiti  hanno  ormai definito con chiarezza lo specifico ruolo che il tessile ha avuto e tuttora mantiene per Como, e il compito di realtà come il museo di via Castelnuovo 9  – circa 8mila visitatori l’anno –  è fungere   da stimolo a sviluppi futuri.
La certezza su cui puntare è che il Museo  documenta ed espone la storia della tecnica e dei processi di produzione della seta, intende crescere acquisendo nuove testimonianze e anche aprire una nuova sezione intitolata appunto “Como città della seta”. Al Grumello si parlerà anche del recupero dell’ex centrale termica della Ticosa, detta «Santarella», come luogo di riflessione sul tema del tessile. Un recupero che aiuterebbe il Museo della Seta a espandersi e raggiungerebbe anche l’obiettivo di  riqualificare un’area trascurata della città, rilanciando il tema del tessile a partire dalle aree che furono per prime ad esso destinate quale appunto l’ex Ticosa. Ma il tessile è per Como molto di più: parte integrante di una storia ancora aperta. Per questo si vuole dar vita a un nuovo “Centro Documentazione Tessile” per ribadire l’identità di Como all’interno della filiera, e anche come elemento cardine di un turismo culturale ancora da costruire. L’Expo 2015 è ormai alle porte e il Museo ha già pronto un piano operativo di promozione orientato al grande evento. Il museo è aperto dal martedì al venerdì (ore 9-12 e 15-18, ingresso 10/7 euro).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.