Cronaca

«Fate una donazione per migliorare il pronto soccorso»

altSanità ed economia
Il Valduce si appella ai cittadini e alle associazioni per raccogliere nuovi fondi

Una colletta per potenziare il pronto soccorso dell’ospedale Valduce. Per fronteggiare la crisi e la riduzione dei finanziamenti pubblici, il presidio di via Dante lancia una raccolta fondi, chiedendo la collaborazione di tutti, dai privati cittadini alle istituzioni, dalle aziende alla società civile. Il termine inglese, ormai ampiamente utilizzato, è fund raising. In concreto, si tratta di una raccolta fondi finalizzata a un preciso obiettivo e con un rendiconto dettagliato delle donazioni e

delle modalità di utilizzo del denaro offerto dai partecipanti al progetto.
Una strada mai percorsa prima sul Lario da una struttura ospedaliera.
L’obiettivo dichiarato, messo nero su bianco dai vertici del Valduce in un volantino che pubblicizza il progetto, è «un pronto soccorso per tutti e di tutti». Attivato anche un apposito conto corrente – 17869223 – sul quale è possibile versare qualsiasi cifra con l’indicazione, come causale, “potenziamento pronto soccorso”. «La crisi economica e finanziaria che si è abbattuta sull’Italia ha ridotto in notevole misura il sostegno e l’attenzione che l’amministrazione statale volgeva in passato verso gli ospedali religiosi classificati – si legge in una nota diffusa dal Valduce – Per sopportare questa contrazione di risorse, la direzione dell’ospedale ha operato scelte difficili e coraggiose, finalizzate ad alleggerire alcuni settori accessori, per spostare e concentrare i propri sforzi nel rinnovare, aggiornare e mantenere efficienti i propri punti di eccellenza».
«Gli sforzi effettuati possono e chiedono di essere sostenuti e affiancati, al fine di migliorare l’ospedale – prosegue il comunicato – In questa direzione va la campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica che stiamo promuovendo». Quindi, l’appello rivolto all’intera popolazione. «Il Valduce chiede ai cittadini privati di Como e provincia, ai propri utenti e familiari, alle aziende, alle istituzioni, alla società civile, ai club di servizio, alle assicurazioni, alle banche, alle fondazioni – dicono da via Dante – di offrire liberamente donazioni per aiutare l’ospedale a fornire servizi sempre migliori e prestazioni al passo con i tempi e assicurare le cure più aggiornate tramite studi, ricerche, convenzioni universitarie, nonché il rinnovamento di strutture e locali adeguati».
Il “fund raising” come innovativa forma di finanziamento inizia dal reparto di emergenza. «Il Valduce parte con l’operazione “Un Pronto Soccorso per tutti e di tutti” – precisano da via Dante – attraverso la quale si chiede un contributo economico volontaristico per finanziare il potenziamento strutturale e funzionale degli ambienti di urgenza ed emergenza dell’ospedale. La struttura è un esempio di concreta presenza in città di un punto di accoglimento per chiunque si trovi nell’improvviso bisogno fisico».
Nel dettaglio, l’intervento prevede l’allestimento di nuovi spazi per i malati e gli accompagnatori, l’acquisto delle attrezzature per la diagnosi e la cura e interventi per ridurre i tempi d’attesa, oltre alla formazione del personale dedicato. A chiunque aderirà alla raccolta fondi, i vertici dell’ospedale assicurano «la massima trasparenza».
«Il Valduce procederà alla realizzazione diretta degli interventi programmati – sottolineano infine i promotori del progetto – e sarà effettuata una rendicontazione periodica sull’andamento del progetto a tutti coloro che hanno contribuito. Ciascuno può partecipare alla realizzazione del nuovo pronto soccorso donando quello che può e che si sente».

Anna Campaniello

Nella foto:
Il termine tecnico per indicare la specifica modalità di raccolta fondi è “fund raising”
29 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto