«Ho venduto due peluche alle gemelline scomparse»

Il dramma delle sorelline svizzere – Dal Comasco sono giunte quattro telefonate di avvistamenti alla trasmissione di RaiTre “Chi l’ha visto?”
La titolare del negozio “C’Art” interno al Bennet di Tavernola sostiene che erano accompagnate dal papà
Colpo di scena nella vicenda delle gemelline Alessia e Livia, scomparse dalla fine di gennaio. Anita Salvalaggio, titolare del negozio di giocattoli “C’Art” al Bennet di Tavernola, ha raccontato di aver venduto due peluche alle sorelline che erano accompagnate dal padre Matthias, poi suicidatosi sotto un treno a Cerignola, in provincia di Foggia. E proprio dal Comasco sono giunte quattro telefonate alla trasmissione di RaiTre “Chi l’ha visto?”: due in diretta e altrettante dietro le quinte.
Leggi l’articolo di D’Angiò e Peverelli in PRIMO PIANO

Nella foto:
Anita Salvalaggio, titolare del negozio di giocattoli “C’Art” e, a destra, Alessia e Livia (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.