Libano: fine missione Unifil nel porto di Beirut

Circa 150 caschi blu hanno rimosso detriti e macerie

(ANSAmed) – BEIRUT, 23 OTT – Si è conclusa oggi a Beirut la missione straordinaria dei caschi blu dell’Onu, da decenni schierati nel sud del Libano a ridosso della Linea Blu di demarcazione con Israele, impegnati da tre settimane nella rimozione dei detriti del porto di Beirut, devastato dall’esplosione del 4 agosto, nella quale sono morte 200 persone. In una cerimonia svoltasi stamani nell’ampio spazio che una volta ospitava il porto commerciale della capitale libanese, in quello che è stato rinominato ‘Ground Zero’ di Beirut, il generale italiano Stefano Del Col, comandante in capo di Unifil, ha incontrato i responsabili dell’esercito libanese e i circa 150 caschi blu, di 13 diverse nazionalità tra cui l’Italia, impegnati nella missione svoltasi in maniera straordinaria fuori dall’area di responsabilità di Unifil. (ANSAmed). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.