Libertas ai playoff: «Siamo liberi di volare». Domenica la prima sfida dei quarti contro Mondovì

Libertas Cantù Volley

Una rincorsa iniziata dopo un non buon inizio di stagione e che si è chiusa nel migliore dei modi. Il Pool Libertas Cantù, espugnando il campo di Prata di Pordenone nell’ultimo turno di regular season con un secco 3-0, ha riconquistato i playoff per la promozione in Superlega – di fatto la serie A di pallavolo maschile – dopo un’assenza durata tre anni.
Finora è stata una stagione da record per i ragazzi di coach Luciano Cominetti, per il numero di punti realizzati in stagione regolare (50), per il numero di vittorie per 3-0 (11), con la ciliegina finale dell’approdo ai playoff. Gli spareggi prenderanno il via domenica in trasferta (ore 18) con la prima in classifica del Girone Bianco, la Synergy Arapi Mondovì; la serie sarà al meglio dei tre incontri.
Una sfida che nasce con un caso diplomatico. Il club piemontese, il 1° aprile, ha scherzosamente pubblicato la notizia della rinuncia dei brianzoli a disputare le gare dei quarti di playoff. News inventata che ha fatto arrabbiare non poco Ambrogio Molteni, presidente della Libertas Cantù. La società piemontese si è comunque scusata, manifestando dispiacere per il fatto che l’intento goliardico sia stato frainteso. Al di là di questa vicenda , lo stesso Molteni in queste ore non ha nascosto la sua gioia per l’importante traguardo raggiunto dal suo club. «D’ora in poi siamo liberi di volare – ha detto – Dallo scorso 20 agosto in poi abbiamo sempre lavorato per questo risultato; questo è un exploit che ci pone fra le prime 24 squadre italiane di volley maschile».
«Sono orgoglioso di tutti i nostri ragazzi per un campionato che è stato fantastico – ha aggiunto il massimo dirigente – Quando si è uniti e con grande voglia di emergere tutto è possibile. Ora non rimane altro che concentrarsi per la poule promozione per la Superlega».
Coach Luciano Cominetti dal canto suo ha sottolineato: «Abbiamo giocato l’ultima partita a Prata con molta tensione, che ci ha portato a sbagliare molto – sono state le sue parole – Siamo però stati bravi perché siamo riusciti a chiudere il match sul filo di lana senza lasciare nemmeno un set ai nostri avversari, cosa che sarebbe stata pericolosa».
«È stata per noi un’annata storica – ha aggiunto l’allenatore dei brianzoli – e adesso dobbiamo andare a prenderci tutte le soddisfazioni che dimostreremo di meritare sul campo. Non lasceremo niente al caso. Questo è un risultato di pregio, e il fatto di aver confermato la A2 a Cantù, un campionato di élite, aggiunge prestigio al lavoro svolto. Noi ce la giocheremo al massimo delle nostre possibilità e vivere questa esperienza sarà bellissimo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.