Libertas, due sfide per sognare la salvezza

Pallavolo maschile – Serie A2
I canturini, ultimi in classifica, oggi ricevono l’Isernia
Una situazione certo non semplice, ma l’obiettivo è cercare comunque di reagire, anche perché alle porte ci sono due partite abbordabili, che è vietato perdere. La Libertas Cassa Rurale Cantù ha perso anche lo scontro salvezza di Reggio Emilia e ora si trova sola in fondo alla classifica della serie A2 di pallavolo maschile, a cinque punti dalla penultima (la stessa Reggio Emilia).
Per arrivare ad una salvezza, o perlomeno ai playout retrocessione ora servono però dei risultati utili
, e le prossime due partite saranno proprio contro squadre pretendenti di restare in serie A2 come la Cicchetti Isernia e la Sidigas Atripalda.
Ecco perché si può davvero dire che queste due gare costituiscono uno snodo fondamentale per la formazione brianzola che è chiamata a vincere per continuare a lottare per evitare la retrocessione diretta in B1.
Nel primo caso, con Isernia, il match si disputerà al palazzetto Parini, proprio oggi alle ore 18 in punto, mentre contro la Sidgas Atripalda l’incontro sarà in trasferta. Inutile dire che servono tutti i sei punti disponibili per poter arrivare alla volata finale in una situazione di vantaggio, altrimenti il discorso sarebbe oggettivamente molto complicato.
Dati alla mano, Cantù è la squadra con il minor numero di vittorie della stagione (solo 2 successi, entrambi per 3-1, contro le 20 sconfitte totali) ed il secondo peggior attacco con 1.766 punti segnati. Nonostante gli sforzi dei ragazzi di coach Massimo Della Rosa, i risultati proprio non sembrano sorridere alla Libertas.

Davide Cappelletti

Nella foto:
Situazione difficile
La Libertas Cantù occupa l’ultimo posto nella classifica del campionato di serie A2 di volley maschile. Oggi i brianzoli sono attesi dal match interno contro Isernia. I brianzoli sono obbligati a vincere per mantenere intatte le speranze di lottare per la salvezza. Sopra a destra, l’allenatore Max Della Rosa

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.