Libeskind, stop del Comune ai lavori in attesa delle modifiche al progetto

© | . . Il rendering del monumento progettato da Daniel Libeskind

«Allo stato attuale non è possibile autorizzare l’avvio dei lavori». Con queste parole ieri l’assessore alla Pianificazione urbanistica del Comune di Como, Lorenzo Spallino, ha certificato lo stop ai lavori per la realizzazione del monumento dell’architetto Daniel Libeskind sulla diga foranea.
Il progetto per il consolidamento e l’ampliamento del tondello finale della barriera – punto in cui verrà collocato The Life Electric, il monumento in acciaio disegnato da Libeskind in onore del fisico comasco Alessandro Volta – deve infatti essere modificato e integrato. Una necessità emersa dopo la consegna, avvenuta martedì scorso, delle prove di carico chieste da Palazzo Cernezzi al Consorzio Como Turistica, che segue l’operazione Libeskind per conto degli “Amici di Como”, l’associazione di imprenditori che ha promosso l’installazione dell’opera dedicata a Volta.
Ieri il Comune ha fatto il punto della situazione.
«Il responsabile del procedimento, architetto Giuseppe Cosenza – si legge nella nota inviata da Palazzo Cernezzi – preso atto della documentazione presentata il 7 febbraio relativamente alle prove di carico effettuate sulla diga foranea, ha chiesto, già nella medesima giornata, al Consorzio Como Turistica di depositare l’adeguamento del progetto. Insieme all’adeguamento dovrà essere consegnato anche il necessario aggiornamento della validazione del progetto stesso».
Sarà poi l’amministrazione comunale, spiega ancora il comunicato, «sulla base della tipologia delle modifiche progettuali e dei relativi valori economici, ad accertare la sussistenza o meno di varianti sostanziali e a definire il successivo sviluppo del procedimento». Da qui la necessità dello stop ai lavori.
Una pausa che non ha però interrotto la fase di allestimento dei ponteggi, a una profondità di 3 metri, attorno al tondello della diga. I sub all’opera proseguiranno il loro lavoro ancora per qualche giorno.
Ed è questione di giorni, secondo Daniele Brunati, coordinatore del Consorzio Como Turistica, anche la stesura delle modifiche al progetto necessarie per poter finalmente partire con i lavori veri e propri di consolidamento della parte finale della diga foranea, che deve sorreggere il peso del monumento disegnato dall’archistar Daniel Libeskind.
«La modifica al progetto verrà presentata al più presto al Comune – ha detto ieri Brunati – I nostri tecnici sono già al lavoro e completeranno questa fase di revisione con ogni probabilità tra lunedì e martedì, in ogni caso nei prossimi giorni. Il problema riguarda i pali utilizzati per il consolidamento, che non saranno più obliqui ma diritti e ciò comporta una differente tecnica di perforazione. Si tratta di modifiche strutturali che riguardano la parte sottostante al monumento: la parte visibile, l’opera di Libeskind vera e propria, infatti, resterà invariata, tale e quale a quanto da tempo abbiamo annunciato e mostrato».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.