Libia: Unhcr, proteggere i civili

Preoccupazione per i raid a pochi metri da centri per rifugiati

(ANSA) – TUNISI, 29 DIC – "L’Unhcr è preoccupata per l’escalation del conflitto in Libia e rinnova il suo appello per proteggere le vite dei civili, inclusi i rifugiati e i migranti detenuti e la necessità di rispettare il diritto internazionale umanitario e dei diritti umani". E’ quanto si legge sulla pagina Twitter dell’ agenzia dell’Onu per i rifugiati in Libia che prosegue sottolineando che "i recenti raid aerei a pochi metri da un centro di detenzione nella città di Zawiya, dove sono trattenuti circa 500 tra rifugiati e migranti, destano grande preoccupazione e devono essere messi in atto tutti i mezzi per evitare che accada una tragedia come quella di Tajoura". L’Unhcr "ribadisce il suo appello per il rilascio ordinato di tutti i rifugiati e richiedenti asilo nei centri di detenzione vicino alle aree di conflitto e si dichiara pronta a fornire assistenza in caso di un loro rilascio in contesti urbani".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.