«Idea interessante, valuteremo con attenzione»

alt Il sindaco Mario Lucini

(f.bar.) I siti considerati patrimonio dell’Unesco sono 49 in tutta Italia. Di questi, 9 sono in Lombardia. Si va dall’archeologia preistorica delle incisioni rupestri camune e dei siti palafitticoli, all’archeologia industriale del villaggio operaio di Crespi d’Adda; dal Cenacolo di Leonardo da Vinci ai Sacri Monti; dalle bellezze naturali del Bernina a quelle del patrimonio architettonico di Mantova e Sabbioneta e dei siti longobardi, fino alla ricchezza del patrimonio paleontologico rappresentato

dai reperti fossili del Monte San Giorgio (in Ticino).
L’intento è far salire a quota 10 l’elenco delle meraviglie lombarde (proprio la Lombardia, attualmente, è la regione con la più alta concentrazione di siti Unesco). «Si tratta di un’idea interessante – commenta il sindaco di Como, Mario Lucini – Andrà valutata attentamente. Non esiste alcuna contrarietà a discuterne in consiglio comunale appena sarà possibile». Guardando indietro nel tempo, il primo sito italiano al quale, nel 1979, venne riconosciuto l’inserimento nella lista è lombardo: la Valle Camonica. «Andrà ovviamente capito se si tratta di una strada percorribile anche per Como. Se la nostra realtà ha tutti i requisiti necessari per essere inserita in questo prestigioso elenco. E soprattutto, visto che non ho conoscenze specifiche sull’iter da seguire, se sia o meno un’idea con solide fondamenta», conclude il primo cittadino comasco.
Le meraviglie del Razionalismo da sempre interessano le giunte comasche. Poche settimane fa l’assessore alla Cultura di Palazzo Cernezzi, Luigi Cavadini, aveva avanzato una proposta formale al ministero dei Beni culturali per poter rientrare in possesso della Casa del Fascio – oggi sede del comando provinciale della finanza – con l’obiettivo di trasformarlo in un centro studi sul Razionalismo.

Nella foto:
Mario Lucini, sindaco di Como (foto Mattia Vacca)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.