«Il Comasco non soccomberà alla mafia»

L’intervista – Il questore Mazza lascia il Lario con un segnale di speranza per il futuro
Ieri ha stretto la mano al suo sostituto, il questore di Sondrio, Michelangelo Barbato, in visita agli uffici di viale Roosevelt. Massimo Maria Mazza, in procinto di partire per Genova, dove lunedì inizierà la nuova avventura, ha salutato ieri la città di Como con una lunga intervista che riassume i quasi cinque anni in riva al Lario, dal gennaio 2007 a oggi. Un periodo in cui ha sempre sottolineato la presenza della malavita organizzata sul nostro territorio. Ma, ha detto ieri, «abbiamo anche i mezzi per combattere e non soccomberemo».
Leggi l’articolo di Peverelli in CRONACA 

Nella foto:
Massimo Maria Mazza è in procinto di partire per Genova, dove lunedì inizierà la sua nuova avventura

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.