Alberoni a Etv: «Il grande amore si nutre di verità»

Personaggi – Francesco Alberoni, ospite di “Angoli”, ha presentato ieri a Como il suo nuovo libro su passione ed erotismo edito da Sonzogno
Di cosa parliamo quando parliamo d’amore? Di un mistero che richiede dedizione, promette felicità a lungo ma pretende un ribaltamento di prospettiva. Obbliga a dialogare, dirsi tutto, essere sinceri sempre e a 360 gradi, lasciando fuori dalla porta le contraddizioni e i compromessi della vita quotidiana, come l’invidia e il desiderio di dominare l’altro, sfruttandolo come un limone e spremerlo fino a lasciarne solo la buccia. Deve essere un’oasi di libertà, senza imposizioni dall’alto e senza vincoli. Solo così sarà un perpetuo
 rinnovarsi di dedizione reciproca, un mare di infinite onde.
Ospite d’eccezione ieri nella puntata di “Angoli” in onda su Etv. La trasmissione condotta da Roberta Pagnetti ha infatti dato spazio al sociologo Francesco Alberoni, che ha presentato il suo nuovo saggio edito da Sonzogno L’arte di amare, il grande amore erotico che dura.
Cosa succede dopo il proverbiale «e vissero felici e contenti» che corona ogni fiaba? Può il vero amore durare per sempre e non trasformarsi inevitabilmente, come accade più spesso di quanto si ammetta, in un sereno e piatto “volersi bene”? Da questi interrogativi parte l’analisi dello studioso, «con l’obiettivo di cambiare le dinamiche di coppia dei prossimi 20 anni» nel nuovo libro summa del suo ultradecennale studio dei processi erotici nella società occidentale.
Autore per anni di numerosi best seller, in onda Alberoni ha raccontato come è nato il libro: «Mi sono messo in testa di capire come sia possibile amarsi intensamente. Non parlo di amori che proseguono tutta la vita, ma arrivo a porre le basi per una passione matura che possa durare anche dieci o venti anni tra persone “normali” e non “supereroi” dell’erotismo come il protagonista maschile della trilogia delle Cinquanta sfumature. Libri modesti sotto il profilo dell’erotismo, che però è quello che molte donne vorrebbero leggere».
I tre romanzi di E.L. James sono per Alberoni una versione riveduta e corretta dei miti di Cenerentola e Pretty Woman, con un bel po’ di scene di sesso in più rispetto alla stagione dei vari romanzi rosa alla Harmony, fenomeno quest’ultimo che il sociologo di fama internazionale ha peraltro studiato a fondo. «Peccato – ha concluso con una punta di amarezza – che la società sia basata sul concetto di “famiglia” senza mai occuparsi però di amore erotico, che porta gli amanti a conoscersi a fondo e senza veli, accentando le reciproche e incoercibili differenze». L’amore vero è per Alberoni una «sorta di bolla incantata, costruita nella fase dell’innamoramento, che rischia di scoppiare se lasciamo libero accesso a tutte le nostre vecchie abitudini». Per far durare la passione, secondo Alberoni, è bene «essere sempre e comunque sinceri e dare la massima importanza, la priorità assoluta, proprio al collante supremo, all’amore stesso».

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Francesco Alberoni. A destra, il professore in studio con Roberta Pagnetti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.