L’imputata respinge ogni accusa. «Non c’entro nulla con l’omicidio»


IL CORPO RITROVATO A TAVERNERIO

Io non ho ucciso Maddalena Calabria, non ho nascosto il suo corpo nei pressi del cimitero di Tavernerio e non ho neppure preso parte alla rapina in villa che mi dite sia collegata al successivo omicidio». In due ore e mezza di interrogatorio, Tiziana Molteni – assistita dall’avvocato Vito Zotti – ha respinto ogni addebito relativo all’avviso di garanzia per l’omicidio della donna il cui corpo fu trovato seppellito all’esterno del camposanto. «Conoscevo la vittima – avrebbe proseguito l’indagata – ma non c’entro nulla con quanto accaduto e non so nemmeno dove si trovi la villa in questione. Sono stata tirata in mezzo da qualcuno». La procura intanto dovrebbe disporre una nuova autopsia dopo quella effettuata nel 2001 all’indomani del ritrovamento a Tavernerio. Oggi intanto verrà sentito il secondo indagato, Fabio Citterio.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.