L’incendio dell’Altolago si sposta in Valchiavenna

L'incendio dell'Altolago

Migliorano le condizioni dell’incendio dell’Altolago di Como, almeno sul lato della nostra provincia. Perché il fronte di fuoco, tutt’altro che sconfitto, si è ora spostato sul versante della Valchiavenna, risalendo il monte e passando dall’altra parte del pendio. Respirano dunque gli abitanti di Albonico, meno quelli di Samolaco che ora vedono avanzare il rosso delle fiamme.

La nota positiva è che oggi – rispetto ai giorni precedenti – il vento è calato e i Canadair hanno potuto di nuovo alzarsi in volo per combattere dall’alto le fiamme, sganciando (fin dalla mattina) tonnellate di acqua sul vasto incendio che sta bruciando ormai da una settimana il Monte Berlinghera.

Tre i Canadair che sono entrati in azione, mentre almeno altri dieci mezzi dei vigili del fuoco hanno “tempestato” l’incendio di acqua. Insomma, questa sera l’unità di crisi dei vigili del fuoco ha potuto far rientro alla base, segno che la situazione è al momento – sul nostro versante – quantomeno stabilizzata.

Nel corso della notte verranno monitorati i focolai ancora attivi per poter intervenire in modo mirato alle prime luci dell’alba. Questo, come detto, in provincia di Como perché a Sondrio, nella già citata Valchiavenna, la situazione si è fatta complicata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.