L’insulto di Bizzozero. Luigi Necco: «’Sto signore mi pare un alieno»
Cronaca, Politica, Territorio

L’insulto di Bizzozero. Luigi Necco: «’Sto signore mi pare un alieno»

«Esprimo la massima solidarietà ai 40mila cittadini di Cantù rappresentati da un sindaco che dovrebbe leggersi qualche libro di storia in più». La risposta di Maurizio De Giovanni a Claudio Bizzozero è tanto ironica quanto tagliente.
Lo scrittore napoletano autore di due fortunatissime serie “gialle” – i Bastardi di Pizzofalcone e le storie di Luigi Alfredo Ricciardi, commissario e barone di Malomonte – non riesce però a nascondere del tutto un moto di indignazione per le cose scritte su Facebook dal sindaco di Cantù. «Questo signore è un amministratore e di conseguenza anche un politico. Non dirige un condominio. Il suo linguaggio è inaccettabile».
De Giovanni chiama in causa anche Salvini. «Mi auguro che voglia replicare nel modo dovuto, che risponda da leader di un partito nazionale, quale dice di essere. Per il resto, la mia sensazione prevalente è di tristezza. Per la pochezza culturale delle affermazioni e per la totale mancanza di stile. Napoli oggi è una grande città, la più rappresentativa dell’area mediterranea. Una città sulla cui strada non possono esserci né rancore né odio».
Un altro volto notissimo di Napoli commenta con ironia le affermazioni di Bizzozero. «Il sindaco di Cantù mi pare un alieno che parla di cose mai viste. Ciò che ha scritto in Rete rasenta la follia», dice al telefono Luigi Necco, indimenticato giornalista sportivo della Rai.
Subito dopo aver letto il post di Bizzozero su Facebook Necco rincara la dose: «Forse avrebbe davvero bisogno di un periodo di riposo, di una lunga vacanza in uno di quei luoghi in cui la mente e il corpo ritrovano l’equilibrio perduto».
Anche Luigi Necco, come prima di lui Maurizio De Giovanni, tenta di trovare una spiegazione.
«Napoli è una città che può confondere, diversa da Cantù per dimensione e ogni altra caratteristica. Una città da amare o, al contrario, da odiare – dice il giornalista – Una città, però, che bisognerebbe fare lo sforzo di capire. Usare uno stereotipo o, peggio, ricorrere a insulti così pesanti non è ammissibile. Parlare di fogna è una idiozia». Necco aggiunge un ricordo che lega la sua città a una grande metropoli – New York – e a un grande personaggio.
«Ogni volta che sono andato a Manhattan mi sono fermato davanti al memoriale di John Lennon. La riproduzione di un mosaico di Pompei di rara bellezza. Questa è la Napoli che il mondo ci invidia».
Chi conosce bene le due realtà – quella comasca e quella napoletana – è Gennaro Sica, cantante lirico e interprete affermato della melodia classica partenopea. «Purtroppo siamo abituati a questo genere di “apprezzamenti” – dice a proposito delle cose scritte da Bizzozero su Facebook – , dispiace ovviamente che un sindaco dica cose simili ma non ci sentiamo affatto toccati».
Sica definisce gli insulti del sindaco canturino come «espressioni pittoresche», probabilmente dettate da scelte politiche.
«Il mondo ama Napoli – dice il cantante – ovunque sia andato, in ogni teatro in cui ho lavorato in Germania, in Inghilterra o in America, l’affetto per Napoli e i napoletani è stato grande».

L’AGGIORNAMENTO: GIULIO GOLIA A CANTU’ CON LE TELECAMERE DEL PROGRAMMA “LE IENE” (CLICCARE QUI)

22 Marzo 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto