Lirici greci al liceo Volta, si chiude con Bacchilide

Liceo classico Volta di Como

Suo zio era il poeta Simonide, e non meno di lui si rivelò versato nell’arte del verso in modo eclettico, esplorando molte forme della poesia corale del V secolo avanti Cristo, componendo inni, peana, iporchemi (canti corali accompagnati da danza e musica), parteni (poesie in onore di divinità femminili), encomi e soprattutto epinici (poesie per vittorie in gara). Stiamo parlando di Bacchilide, il poeta greco con cui venerdì a cura di Alessandra Donegani si conclude al liceo classico Volta di Como la maratona “Il Canto dei Greci” dedicata ai lirici dell’antica Grecia.
Si corona così la serie di lezioni tenute sia da docenti, sia da ex alunni del liceo classico Volta di Como, ora studenti di lettere classiche, che hanno mantenuto un solido legame con il loro vecchio liceo. Le lezioni sono ad ingresso libero e tutte alle 14.30, presso la Sala Benzi dell’istituto di via Cesare Cantù 57 a Como. Come detto venerdì si parla di Bacchilide, che nella sua antologia edita da Bompiani “Lirici Greci” Vincenzo Guarracino, critico comasco, ha affidato alle cure del grande scrittore Paolo Volponi . Grazie alla fortuna e alla filologia, ci resta un corpus importante di testi dell’autore che si definiva “l’usignolo di Ceo”, seconda per quantità solo a quella di Pindaro (di cui la tradizione lo vuole rivale) nel novero della lirica greca. Una edizione di “Odi e frammenti” è stata pubblicata dalla Bur Rizzoli nel 2015.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.