L’Isola Comacina diventa un laboratorio

altI materiali sono “poveri” e molto concreti: giunchi, pietre, legni. E non mancano quelli primordiali: aria, acqua, terra. Ma le suggestioni sono tante, poetiche e multiformi.
L’Isola Comacina, l’unica del lago, conferma e rafforza il proprio ruolo di laboratorio d’arte contemporanea. Lo fa grazie al percorso espositivo InterNature, che comprende 12 opere ambientali, 7 proposte progettuali e 2 performance temporanee realizzate dai giovani artisti della Scuola di Scultura dell’Accademia

di Belle Arti di Brera a Milano, che è l’attuale proprietaria dell’isola.
E con questa manifestazione ha letteralmente “invaso” da venerdì scorso (la mostra proseguirà fino al 17 giugno) il lembo di terra di fronte a Sala. Sono in scena, come detto, soprattutto opere di genere “ambientale”, cioè nate per dialogare con il contesto circostante e in particolare con la natura, in un colpo d’occhio unico al mondo. L’iniziativa è stata presentata dal direttore di Brera, l’artista lariano Franco Marrocco e nasce in seno ai piani didattici di Brera come laboratorio nelle varie discipline in cui sono coinvolti ragazzi e docenti, tanto che vale come prova d’esame. L’intenzione è che diventi un programma didattico permanente all’interno dell’anno accademico di Brera. Che, come detto, è proprietaria dell’Isola Comacina e intende anche con questa operazione riaffermare con autorevolezza la propria presenza consolidando i rapporti con le istituzioni locali, anche in vista di futuri progetti e collaborazioni di valorizzazione dell’area.
L’intenzione dell’Accademia milanese è di lasciare alcune di queste opere d’arte pensate per uno scopo effimero in permanenza sull’isola, per testarla nel ruolo di vero e proprio museo di arte contemporanea. E a tale scopo l’Accademia insedierà un laboratorio permanente in una delle tre case per artisti dell’architetto razionalista Pietro Lingeri, arredandola come residenza estiva per artisti ospiti. L’esposizione rimarrà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17. Biglietto di ingresso mostra e accesso all’Isola Comacina 6 euro, il costo del battello è 6 euro andata e ritorno.

Nella foto:
Due installazioni degli allievi dell’Accademia di Brera che si possono ammirare sull’Isola Comacina

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.