Lista Falciani: 160 le posizioni analizzate

Franchi svizzeri

Di Hervé Falciani, il dipendente della banca Hsbc, e della sua lista contenente i nomi di correntisti di mezzo mondo – che avrebbero evaso la tassazione portando i propri capitali nella filiale di Ginevra dell’istituto di credito inglese – si era già parlato anni fa. Quando cioè la lista – contenente almeno 7000 nominativi di italiani che avevano portato i soldi oltre confine – arrivò anche in procura a Como. Un dischetto che finì al quinto piano del palazzo di giustizia per essere analizzato e poi girato alla guardia di finanza lariana. La vicenda della “lista Falciani” è tornata d’attualità nelle ultime ore, dopo le rivelazioni del quotidiano le Monde che ha anticipato il contenuto della prima parte di un’indagine compiuta tra Parigi, Washington, Bruxelles e Ginevra, sulle tracce di un presunto e ampio giro di evasioni al fisco. In realtà, come detto, i nomi la guardia di finanza li ha da tempo, almeno dall’estate del 2011, tanto che sarebbero addirittura 160 le persone finite sotto la lente delle fiamme gialle solo nella nostra provincia.
Tutte posizioni scandagliate per accertare l’eventuale omessa o incompleta dichiarazione fiscale con però lo sforamento nel penale, ovvero con cifre superiori alla “soglia di punibilità”. Da quanto è stato possibile apprendere, la gran parte delle posizioni – se non addirittura la totalità – sarebbe già stata archiviata dalla Procura lariana mesi fa in quanto non sarebbero «emersi elementi di prova» ritenuti dai magistrati «sufficienti per sostenere l’accusa in giudizio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.