Lite coniugale a Cermenate. «Gomitata perché russavo»: moglie a processo

«Stavo dormendo e probabilmente russavo. Così mia moglie mi ha tirato una gomitata». Un colpo che, secondo quanto contestato dalla pubblica accusa nel capo di imputazione, avrebbe causato un trauma contusivo alla parte sinistra della schiena con una prognosi addirittura di 28 giorni. La vicenda – francamente insolita e che risale al 28 novembre 2012 – è finita addirittura in un’aula del palazzo di giustizia di Como, per la stessa sorpresa del giudice monocratico che ha auspicato una intesa tra le parti che invece pare assai lontana dall’essere raggiunta. Quindi, processo aperto e prime testimonianze, con sul banco degli imputati la moglie – una 45enne – e su quello della parte offesa il marito (46 anni) di Cermenate. Quest’ultimo ha ricordato ciò che avvenne – da suo punto di vista, poi confluito in una denuncia – quella sera del novembre 2012. L’udienza è stata rinviata al 22 maggio quando ci saranno le conclusioni delle parti in causa e presumibilmente anche la sentenza.
Ulteriori particolari sul Corriere di Como in edicola martedì 10 febbraio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.