Lite in A9: camionista manda all’ospedale turista svizzero

alt Il diverbio ieri mattina nei pressi di Como Sud

(m.pv.) Il diverbio autostradale è finito in una sala del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo. E non è detto che la situazione possa ora trasferirsi in un’aula di Tribunale, o quantomeno in un fascicolo della Procura cittadina. Protagonisti due uomini, un camionista napoletano e un automobilista 45enne della Svizzera tedesca, Cantone di Turgovia, in Italia con la moglie e i bambini al seguito. Tutto inizia, come spesso accade, per banalissime questioni viabilistiche come un

sorpasso azzardato oppure una mancata precedenza. Fatto sta che dopo l’iniziale strombazzata con il clacson la discussione prosegue dai finestrini dei rispettivi mezzi fino a quando, probabilmente, si arriva a un gesto di troppo. Scene, insomma, purtroppo consuete tra chi vive lo stare in macchina come su un ring di boxe. Pochi metri più avanti, però, il traffico si ferma in colonna e in prossimità con la barriera di Como Sud. Il camionista – che non era al volante ma era il cambio dell’uomo alla guida – scende dal mezzo pesante e si fa incontro all’automobilista. Il finale è scritto all’inizio del pezzo: il 45enne elvetico riceve un bel pugno sul naso e finisce dritto dritto al pronto soccorso. Sul posto arrivano tempestivamente gli uomini della polizia stradale che non solo riescono a raccogliere le generalità dei partecipanti allo scontro, ma sentono anche le prime testimonianze degli altri presenti utili in caso di future indagini. Il tutto è andato in scena ieri mattina poco prima delle 10.

Nella foto:
Intervento tempestivo della polizia stradale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.