Lite parrocchia-“Presentazione” sul futuro collegio universitario

Sant’Agata rivendica la proprietà dell’immobile di via Zezio. Giorcelli: «No, è nostro»
Si tinge di giallo il futuro dell’istituto “La Presentazione”, teoricamente destinato a diventare entro il 2014 la sede del primo collegio universitario d’eccellenza a Como.
Ieri, infatti, una durissima lettera inviata per conto della parrocchia di Sant’Agata da due legali, Carlo e Vittorio Rusconi, mette clamorosamente in forse l’appena annunciato passaggio dell’immobile dalla Fondazione “La Presentazione” al Politecnico di Milano. Vediamo perché.
Soltanto venerdì scorso, le
cronache diedero ampio spazio al progetto dell’università milanese di restaurare (con circa 11 milioni di spesa) l’attuale sede della Fondazione per ricavarne 161 posti destinati agli universitari, addirittura riservando il 60% della disponibilità ai giovani meritevoli ma con pochi mezzi di finanziamento. Per rendere pubblico il progetto venne svolta una grande conferenza stampa alla quale presenziarono i vertici della “Presentazione”, del Politecnico e del Comune di Como (che nomina i vertici della Fondazione e che dovrebbe – il condizionale è d’obbligo – essere proprietario dello stabile di via Zezio).
Tutto già definito, dunque? Niente affatto, come si anticipava prima.
La lettera inviata a nome della parrocchia, infatti, contesta l’attribuzione della proprietà dell’edificio a Palazzo Cernezzi definendo «scorrette e devianti» le informazioni relative.
«Il complesso immobiliare – scrivono Carlo e Vittorio Rusconi – non è di proprietà comunale, non avendo l’ente pubblico la titolarità né del diritto di proprietà, né di altri diritti reali sull’immobile».
Quindi, sin da subito, una linea di confine apparentemente invalicabile. Che, poi, viene ulteriormente dettagliata dai rappresentanti della parrocchia di Sant’Agata.
«Il fabbricato – è la tesi della parrocchia retta da don Giorgio Cristiani – risulta catastalmente intestato alla Fondazione “La Presentazione”, soggetto di diritto privato, sorto a seguito della depubblicizzazione della ex Ipab “Istituto La Presentazione”, ente che è retto da un cda soltanto di nomina pubblica (ad eccezione del parroco), ma che non costituisce ente di diritto pubblico». «La proprietà del complesso immobiliare – prosegue il documento – è oggetto dal 15 settembre 1987 di un contenzioso giudiziario che vede da una parte l’Istituto La Presentazione (ora Fondazione) e dall’altra la parrocchia di Sant’Agata che, in forza di un testamento pubblico del 2 marzo 1836 di tale Giuseppe Bianchi, reclama la proprietà dell’immobile».
La causa, peraltro – sempre secondo la parrocchia – sarebbe ancora pendente in Corte di Cassazione e questo autorizzerebbe la stessa a «utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per la tutela dei suoi diritti». In sintesi, la parrocchia – se fosse esclusa da ogni decisione in merito alla realizzazione del collegio – minaccia di «impedire l’intervento ristrutturativo che la stessa parrocchia auspica».
Fin qui, dunque, la voce della chiesa del quartiere. Che, però, risulta radicalmente opposta a quella che, ancora ieri, la Fondazione “La Presentazione” ha ribadito.
Di fronte alla nota diffusa dalla parrocchia, infatti, è intervenuto direttamente il presidente della Fondazione, Franco Giorcelli. Che, pur con poche battute, ha completamente ribaltato la situazione.
«In primo luogo – afferma Giorcelli – l’immobile non è di proprietà comunale. L’attuale proprietà è della Fondazione».
Una contestazione totale, dunque, rispetto al documento affidato dalla parrocchia di Sant’Agata ai legali di fiducia. E, come se non bastasse, Giorcelli ne fa anche una questione legale.
«Le sentenze, anche di Cassazione, che ci assegnano la piena proprietà dell’edificio ci sono già – sostiene infatti il presidente della Fondazione – quindi la parrocchia non può rivendicare alcunché, perché è chiaro che noi siamo proprietari al 100% dello stabile di via Zezio».
Insomma, almeno per il momento, il futuro del collegio universitario sembra davvero un rebus molto intricato.

Emanuele Caso

Nella foto:
La facciata dell’edificio di via Zezio dove ha attualmente sede la Fondazione “La Presentazione”. Almeno in teoria, in futuro lo stabile dovrebbe essere ristrutturato per ospitare studenti universitari

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.