«La droga era per uso personale». L’agente finisce ai “domiciliari”

Sorpreso con l’hashish
«La droga? Era per uso personale». E questo nonostante il quantitativo fosse ingente, quasi mezzo chilo. È stata questa la risposta data al giudice delle indagini preliminari dall’agente della polizia penitenziaria, un 27enne di Vibo Valentia, sorpreso dai carabineri ad acquistare l’hashish. Uno scambio, avvenuto sotto gli occhi dei militari dell’Arma, andato in scena in un parcheggio di Bulgorello a Cadorago, nei pressi dell’ex Moonlight. Un luogo tranquillo, in cui l’agente ha passato

nelle mani di un 37enne di Cadorago la cifra di 750 euro in cambio dello stupefacente. Immediato è arrivato l’intervento di carabinieri che hanno così arrestato la coppia, ora accusata di detenzione ai fini di spaccio. Ieri è avvenuto l’interrogatorio di fronte al gip di Como, e l’agente della penitenziaria ha risposto alle domande sostenendo tuttavia che l’ingente quantitativo era in realtà tutto per uso personale. Il 27enne è stato messo ai “domiciliari”. Il fascicolo è sul tavolo del pm Giuseppe Rose.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.