Sport

«La mia Berretti in finale. Andremo all’arrembaggio»

Calcio Como – Parla Vincenzo Manzo, l’allenatore che ha condotto gli “azzurrini” alle sfide che assegneranno lo scudetto di categoria
Vincenzo Manzo, classe 1976, è l’allenatore della squadra Berretti del Como che ha raggiunto le final four di categoria e che la settimana prossima scenderà in campo per lo scudetto. Salernitano, ex giocatore della Primavera della Juve a fianco di Alessandro Del Piero, Manzo ha iniziato ad allenare a 22 anni, quando fu costretto a bloccare la propria carriera di calciatore per un brutto infortunio. Al “Corriere di Como” racconta la storia degli “azzurrini”.
«Possiamo partire dall’inizio – racconta Manzo – per spiegare
questa stagione. La squadra era stata costruita per puntare in alto, con un gruppo di 28 giocatori». Poi, però, sono iniziati i problemi. «Tra dicembre e gennaio ci sono state le vicissitudini societarie che tutti conoscono e sono stati venduti molti ragazzi. Io mi sono ritrovato con campi chiusi, impossibilitato ad allenare».
Ma in quel momento il gruppo ha trovato ancora più vigore. «È vero – sostiene il mister azzurro – il gruppo da tante cose che non andavano è riuscito a trovare vigore. I tanti problemi, insomma, ci hanno fatto crescere».
Vincenzo Manzo parla al plurale. «Anch’io sono cambiato: io sono sempre stato un tecnico grintoso. Non nego che qualche volta, con me, negli spogliatoi, siano volate borse o borracce, ma mi sono reso conto che con questa squadra non era l’atteggiamento giusto».
«Questo gruppo non ha bisogno di tensione – aggiunge il mister – non deve pensare troppo alle partire. Alla Berretti del Como serve solo il sorriso: e anche questa è stata la nostra forza quando abbiamo affrontato nei quarti la Triestina. Dopo la sconfitta interna per 1-2 all’andata, ai ragazzi ho detto che dovevano stare tranquilli. E alla fine abbiamo portato a casa in trasferta il successo che ci ha consentito di andare alle final four contro una squadra che era più forte».
A Trieste, infatti, gli azzurrini hanno vinto 1-2 nei tempi regolamentari e si sono imposti ai rigori. In semifinale incontreranno il Cuneo. «Un’altra formazione forte – ammette Manzo – ma noi non cambieremo atteggiamento: il mio Como sarà sorridente e votato all’attacco. Giochiamo con il 4-3-3 e ai miei giocatori chiedo di avere sempre un gioco offensivo, anche perché, dopo le tante cessioni, la mia formazione è sempre più giovane rispetto a quella degli avversari».
Manzo allena da 14 anni e ha anche già vinto uno scudetto giovanile con il Collegno-Rivoli, oltre che sei titoli regionali. Prima di venire al Como era nel vivaio del Novara.
Ma il suo futuro sarà ancora sul Lario? «Non lo so – ammette – Non ho sentito nessuno su questo fronte e, se devo essere sincero, sono stato contattato da qualche prima squadra. Ma per ora sono concentrato esclusivamente sulla Berretti anche se, come penso sia giusto per ogni allenatore, mi piacerebbe fare questo salto».
E se un giorno dovesse chiamarla il Como? «Premesso che ho grande stima di Ernestino Ramella e che ci penserei bene prima di mandarlo via, dico che per tradizione e storia solo l’idea di allenare la prima squadra di un club così importante mi fa venire i brividi».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Una fase della gara d’andata dei quarti di finale tra Como e Triestina. Gli azzurri hanno superato il turno e giocheranno la final four
25 Maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto