«Lavoriamo alle opere finanziate. Nel 2013 il primo lotto sarà pronto»

Parla l’ad di Pedemontana
La commissione Territorio della Provincia di Como, chiamata a decidere su una possibile vertenza legale contro la Regione Lombardia, ha trattato ieri vari aspetti della questione Pedemontana: la scomparsa del secondo lotto della tangenziale di Como, in primo luogo, ma anche il numero esorbitante di opere accessorie da realizzare in provincia di Milano e di Monza Brianza. Cantieri che, a detta dei politici lariani, avrebbero fatto salire i costi complessivi dell’opera fino a “costringere” la Regione

Lombardia a rivedere il progetto definitivo e a tagliare la tangenziale comasca per fare le necessarie economie.
Sulla questione interviene l’amministratore delegato di Pedemontana, Salvatore Lombardo. «Va innanzitutto chiarito che la nostra società sta lavorando sostanzialmente al progetto autorizzato e finanziato dal Cipe – dice Lombardo – in questo progetto non c’è il secondo lotto della tangenziale di Como». L’ad di Pedemontana specifica «di non volere entrare nel merito delle valutazioni politiche, non è mio compito – insiste – Noi ci limitiamo ad agire sulla base delle scelte che sono state fatte».
Scelte che fino a questo momento non prevedono il secondo lotto. Il cantiere della Pedemontana, tuttavia, è in piena attività. «Stiamo lavorando alla tratta che va da Cassano Magnago a Turate e, come chiunque può vedere passando da Grandate, è stato avviato anche il primo lotto della tangenziale di Como. Rispettiamo un cronoprogramma molto rigido e in questi momenti di difficoltà la cosa ha un valore positivo. Le ricadute sul territorio per le aziende in subappalto sono infatti importanti».
Lombardo risponde anche a chi ha lamentato la decisione di partire con il primo lotto della tangenziale pur sapendo che, per il momento, si potranno completare soltanto 1,5 km del 2,4 previsti. «La consegna del cantiere ultimato è prevista per il dicembre 2013 e pensiamo di rispettare i tempi, il lotto sarà funzionale e servirà alla viabilità del territorio», aggiunge Lombardo.

Nella foto:
Salvatore Lombardo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.