Davide Valsecchi, campione mondiale Gp2: «Merito una possibilità in F1»

Automobilismo – Il lariano spera di correre nel 2013 nella categoria più importante
Futuro ancora da definire per Davide Valsecchi, vincitore del Mondiale Gp2

«Io spero che mi venga data una possibilità. Penso di meritarmela e di essere pronto». Davide Valsecchi non si nasconde: l’erbese, che ha appena vinto il Mondiale Gp2, sente che è il momento di fare il grande passo, ossia di passare in Formula 1.
«Di solito chi vince in Gp2 – dice ancora Valsecchi – passa sempre in F1. L’unica eccezione è stato Pantano, che però in F1 c’era già stato. Ai primi di novembre ci saranno dei test e spero in una chiamata per essere messo alla prova». Certo è che la situazione
 per arrivare in Formula 1 non è semplice. Spazi non ce ne sono molti e qualche pilota che poteva essere in bilico proprio domenica scorsa a Suzuka è andato bene. È il caso del ferrarista Felipe Massa, che ha chiuso al secondo posto, o di Kamui Kobayashi, che con la Sauber si è piazzato al sesto posto.
Eventuali congedi porterebbero, a scalare, spazi a giovani emergenti, come nel caso di Valsecchi. Ma se tutto rimane fermo… «La situazione non è facile – ammette il pilota comasco – ma c’è qualche contatto per prendere parte ai test in programma ai primi di novembre. Speriamo che tutto si concretizzi perché, lo ripeto, penso di poter giocare le mie carte e vorrei dimostrare di poter meritare un posto nella serie più importante. Penso di averlo dimostrato non a parole, ma con i risultati».
Arturo Merzario, un grande dell’automobilismo, ha lanciato un accorato appello a Luca di Montezemolo, invitandolo a dare una possibilità a Valsecchi, almeno per un test alla Ferrari. «Arturo è un amico – dice Davide – Inutile negare che la cosa mi farebbe piacere; si tratta di vedere se c’è qualche spiraglio…».
Certo è che agli appassionati italiani non dispiacerebbe vedere un nostro pilota alla guida della vettura di Maranello. Difficile che la cosa si concretizzi anche se Valsecchi – da sempre portacolori della Scuderia del Lario – fa una ulteriore riflessione: «La Formula 1 ultimamente si sta spostando su circuiti in Paesi nuovi, soprattutto in Asia: ma la passione degli italiani rimane unica. Lo si è visto al Gran premio di Monza, che rimane un punto fermo del Mondiale. Penso che da parte di tutti ci sia interesse ad avere un pilota del nostro Paese in F1. Speriamo che chi di dovere faccia questa riflessione e decida davvero di darmi una mano».
La speranza, dunque, è di vedere Davide Valsecchi in pista nei test che sono in programma il 4, 5 e 6 novembre, con una Formula 1. La settimana prossima, mercoledì 17, alle ore 21, i suoi fan lo potranno comunque salutare in un incontro pubblico programmato a Lariofiere a Erba.
Con la speranza di disputare la sessione di prove, Valsecchi ha in cantiere anche un altro impegno, a fine novembre: «Mi hanno contattato per partecipare al Monza Rally Show. Un’esperienza che mi piacerebbe fare… Il mio obiettivo? Battere Valentino Rossi, ovviamente».
A proposito di rally, Roberto Kubica ha annunciato che, a metà ottobre, parteciperà al Trofeo Aci Como Etv. «Conosco Kubica – spiega Davide – e con lui ho in comune una cosa, quella di pensare solo alle corse, all’automobilismo, senza badare troppo ai fronzoli. So che utilizza i rally per riprendersi dopo l’incidente che gli è capitato un anno fa. Seguo quello che sta facendo: alla base ha un grande coraggio e la passione per il nostro sport. Vediamo cosa farà nella nostra corsa di casa: sarà un piacere vederlo in azione sulle strade del Lario».

Massimo Moscardi

Nella foto:
UN 2012 TRIONFALE – Davide Valsecchi con il cartello che lo indica quale vincitore del Mondiale Gp2, la più importante serie iridata dopo la Formula 1 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.