Cronaca

«Mi occuperò presto della Cittadella»

alt L’assessore alla Sanità
Mario Mantovani: «Sto facendo un tour negli ospedali»

«Mi occuperò presto della cittadella sanitaria per poter dare ai comaschi le necessarie risposte».
Nel giorno della prima seduta del nuovo consiglio regionale, ieri, l’assessore alla Sanità del Pirellone, Mario Mantovani, ha toccato il tema dell’area di via Napoleona e dell’atteso progetto di riqualificazione del comparto dell’ex Sant’Anna.
Nessuna promessa dal neo assessore, che ha chiarito

di non avere ancora un quadro completo della situazione e ha chiesto un po’ di tempo per poter entrare nel merito della vicenda. «Affronterò presto la questione – ha detto – in modo tale da poter essere documentato e poter soddisfare le esigenze che chiaramente i comaschi hanno».
Dalla Regione, Como attende soprattutto risposte certe sui tempi e le modalità di vendita della parte di via Napoleona destinata a essere ceduta ai privati. Altro tasto delicato e di vitale importanza è quello economico.
L’azienda ospedaliera Sant’Anna ha, con la Lombardia, un debito di 33 milioni di euro.
L’ex sindaco del capoluogo, Stefano Bruni, era intervenuto sul tema, annunciando una trattativa con il Pirellone.
L’obiettivo era avere la possibilità di trattenere sul territorio la cospicua somma e di destinarla ad altri interventi, magari proprio alla cittadella sanitaria.
Prima che si potessero avere risposte, però, c’è stato il cambio della guardia a Palazzo Cernezzi. Un cambiamento al quale, ora, si è aggiunto l’avvicendamento al governo della Lombardia.
Ad oggi, dunque, l’azienda ospedaliera Sant’Anna è nelle condizioni di dover estinguere il debito milionario. Anche su questo fronte, la speranza è che il nuovo assessore alla Sanità possa pronunciarsi in tempi brevi.
«Credo che dovremo fare una riflessione complessiva sul tema degli ospedali della Lombardia – ha sottolineato ieri Mario Mantovani – Come è noto, saremo soggetti alla spending review che il governo uscente ha già deciso. Questo naturalmente non ci aiuterà, ma faremo in modo che nelle pieghe dei bilanci si possano mantenere gli impegni assunti con tutti i territori, in modo da dare tranquillità e serenità ai lombardi e naturalmente anche ai comaschi».
Il neoassessore, intanto, ha indicato le sue priorità: «Sto facendo un tour negli ospedali per verificare la situazione generale – ha detto Mantovani – Trovo un livello sanitario di grande rilievo. Vorrei mantenere l’eccellenza, oserei dire esportarla e avere una sanità che faccia parlare bene di sé».

Nella foto:
L’Asl di Como è uno degli attori che dovrebbe realizzare la cittadella sanitaria
28 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto