«Nella sede della “Presentazione” nascerà il collegio universitario»

Como – Saranno disponibili 161 posti. Operazione da 11 milioni di euro
Consegnato l’edificio di via Zezio al Politecnico. Primi studenti nel 2014
Como a due velocità. Da una parte, il campus universitario: l’eterna promessa, nata 30 anni fa e rimasta nel cassetto.
Dall’altra, un collegio universitario nato – come idea – nel 2007. E diventato realtà, ieri, con il passaggio di consegne dell’edificio. La sede della fondazione comunale “La Presentazione” – un immobile in via Zezio 58, prestigioso ma un po’ malandato – passa nelle mani del Politecnico di Milano, con comodato d’uso di 35 anni.
L’università meneghina recupererà
il palazzo, ed entro gennaio 2014 lo trasformerà in un collegio universitario da 161 posti, il 60% dei quali dedicato a studenti meritevoli ma con pochi mezzi finanziari. Un deciso passo in avanti, per l’università comasca. E un’operazione a costo zero per il Comune di Como. Dei circa 11 milioni di euro necessari, Palazzo Cernezzi non metterà neppure un euro. Il primo lotto di lavori verrà pagato da Politecnico di Milano (1,5 milioni) e ministero dell’Istruzione (6,3 milioni). Il secondo lotto, da Politecnico di Milano (poco meno di un milione), ministero (2,1 milioni), Fondazione Politecnico (100mila euro) e Regione Lombardia (100mila euro).
«I lavori cominceranno a breve – spiega Franco Giorcelli, presidente della “Presentazione” – Lo stabile, di grande valore, tornerà allo splendore perso quasi un secolo fa».
Per conto del Politecnico, si è impegnato il professore Pierluigi Della Vigna. «L’università – ha detto – è davvero soddisfatta. Il nostro obiettivo è l’internazionalizzazione: senza residenze. È impossibile accogliere gli studenti stranieri. Siamo partiti nel 2007 con questo progetto, e tra poco inizieremo i lavori che saranno più brevi di quel che s’immagina. L’appalto verrà assegnato nel giro di un mese, ed è molto ampio, perché comprende altre 6 residenze universitarie a Milano e una a Lecco. A marzo partiranno le prime demolizioni. La conclusione del cantiere è prevista per gennaio 2014. Anche se, a essere onesto, spero che potremo accoglie già alcuni studenti dell’anno accademico 2013-2014». Tra gare d’appalto e cantieri possono spuntare mille problemi. Ma l’ostacolo più grande – i finanziamenti – è già stato scavalcato.
Da struttura per accogliere le donne in difficoltà, la sede della “Presentazione” diventerà quindi un collegio universitario da 161 posti letto: 97 a tariffa calmierata (da 200 a 250 euro per undici mensilità), per gli studenti meritevoli e con poche risorse economiche, 64 a tariffa piena (da 300 a 400 euro, sempre per undici mensilità).
«L’introduzione di un criterio meritocratico nell’assegnazione degli alloggi – ha detto Stefano Bruni, sindaco di Como – è una parte fondamentale di questo progetto. Con questa residenza, Como fa un passo in avanti». Alcune parti dell’edificio, come i giardini, saranno pubbliche. Potranno cioè essere utilizzate dai cittadini, e non solo dagli studenti che vivono nella residenza.
«La struttura dell’immobile – ha aggiunto Della Vigna – è perfetta per accogliere una comunità di studenti». L’illustrazione dell’iniziativa si è conclusa con un fuoriprogramma, una gag tra il sindaco Bruni e il professor Della Vigna. Bruni, guardando il cronoprogramma del cantiere, ha detto: «Mi auguro che i tempi vengano rispettati, soprattutto nella partenza dei lavori». «Da che pulpito», ha ribattuto ironicamente Della Vigna, alludendo probabilmente ai cantieri aperti di Como, Ticosa e paratie in testa.

Nella foto:
L’esterno dell’edificio di via Zezio 58 dove ha sede la “Presentazione” (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.