Cronaca

«No alla moschea di Cantù». Sabato il corteo con Borghezio

altAlessandro Brianza: «Il sindaco non può ignorare 3mila firme»
(f.bar.) La crociata della Lega Nord contro la moschea di Cantù non si ferma. Sabato alle 16.30, infatti, il Carroccio ha organizzato, in centro, una manifestazione di protesta che culminerà con un comizio dell’europarlamentare Mario Borghezio. Il duello tra Lega Nord e il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero, si combatte ormai da mesi.
Da quando i militanti padani – era il mese di marzo – hanno saputo della possibile creazione, in un capannone di via Milano nella frazione Mirabello di

Cantù, di un luogo di culto islamico sono state organizzate molte iniziative. Manifestazioni all’esterno del luogo che dovrebbe presto trasformarsi in moschea e raccolte di firme porta e porta. Ieri mattina nelle sede canturina del Carroccio la presentazione del corteo.
«Dobbiamo continuare a batterci contro un’iniziativa che il sindaco ha mandato avanti senza interpellare nessuno – attacca il capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale a Cantù, Alessandro Brianza – Fu proprio lui a far incontrare le associazioni musulmane e il proprietario del capannone. Fino a oggi abbiamo raccolto più di 3mila firme contro la moschea. Gli imprenditori confinanti con la futura moschea avevano addirittura cercato di comprare tutti insieme il capannone, ma invano. La struttura è stata venduta a 600mila euro. Ovviamente chiederemo di poter “tracciare” questa somma per capire da dove proviene un simile flusso di denaro».
Nel Pgt di Cantù è stata approvata l’osservazione di un privato, che chiedeva di aggiungere la dicitura “luogo di culto” tra le destinazioni d’uso del capannone. Nell’osservazione al Pgt non si specificava la confessione del luogo di culto. «Un simile luogo di culto può accogliere oltre mille persone e creerà enormi problemi viabilistici oltre che di sicurezza», aggiunge il consigliere leghista Edgardo Arosio.
La Lega presenterà anche una mozione in consiglio per chiedere la sospensione dei permessi e per cercare di ottenere l’indizione di un referendum istituzionale per domandare direttamente ai cittadini il loro parere.

Nella foto:
Una delle manifestazioni organizzate dalla Lega Nord a Cantù contro la possibile realizzazione di una moschea in via Milano
9 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto