«Non mi è piaciuto il suo atteggiamento. Sabato sembrava volesse giocare da solo»

L’accusa di Nino Balducci
«Sabato scorso Francesco Ripa non mi è proprio piaciuto, soprattutto per l’atteggiamento che ha avuto in campo». Nino Balducci, come sua abitudine, non si nasconde e nel momento in cui deve fare la sua valutazione sull’attaccante azzurro “spuntato” le sue parole sono chiare. In una occasione come quella con i toscani, nella prima uscita ufficiale della nuova dirigenza, non sono stati pochi i mugugni nei confronti del giocatore. E Balducci se ne fa portavoce.
«Nella partita contro il
Pisa, Ripa mi ha fatto arrabbiare per come si è proposto, sembrava che a un certo punto volesse giocare la partita da solo – spiega ancora lo storico opinionista di Etv – Saltava sui palloni, è vero, ma mandava la palla a destra, con il compagno magari smarcato a sinistra. Ha anche sbagliato una rete clamorosa, e questo può capitare ai grandi campioni, ma il problema è che anche sulle giocate più semplici non mi è parso molto reattivo. E mi piacerebbe capire come mai».
Lo stesso Balducci è sorpreso per il rendimento del giocatore, che finora è stato al di sotto delle aspettative. «Ripa era arrivato al Como con grandi credenziali e con il curriculum di un attaccante di valore. Finora, però, a noi non ha fatto vedere i colpi che gli venivano accreditati e che mancano soprattutto in una fase come questa, con la squadra in evidente difficoltà».
Il giornalista di Etv ribatte anche a chi potrebbe sostenere che comunque il bomber potrebbe pagare una stagione che non è stata propizia a livello di infortuni. «Io sono del parere che se un giocatore viene mandato in campo dal primo minuto – spiega ancora Balducci – è perché è in grado di dare il meglio. Perché altrimenti va mandato in tribuna o al massimo portato in panchina con la speranza che non succeda nulla ai suoi compagni».
Quindi, su questo fronte, non ci sono troppe scusanti: «Anche perché ci sono state, in pratica, tre settimane per preparare la partita con il Pisa, compreso un ritiro a Rapallo. Ma, al di là di quelli che possono essere i problemi fisici, io non ho apprezzato l’atteggiamento indolente di Ripa, anche nei confronti dei compagni di squadra».
E l’auspicio conclusivo è che la situazione cambi senza perdere altro tempo. «Un discorso che vale per Francesco Ripa e per tutto il Como – conclude Nino Balducci – anche perché domani c’è l’importante trasferta di Ferrara con il recupero contro la Spal. E purtroppo, come tutti sanno, le ultime uscite, a parte la partita di Foggia, sono state preoccupanti. Da parte di tutti, a questo punto, è necessario un cambio di rotta».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Nino Balducci, opinionista di Etv

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.