Cronaca

Lo sfregio massimo alla vittima. La grigliata sopra la tomba in giardino

altEnnesimo macabro particolare nelle carte del delitto di Guanzate
(m.pv.) Lo sfregio massimo alla vittima, in un codice fatto di segni e gesti che richiama le usanze della criminalità organizzata di stampo calabrese. Sopra la tomba di Ernesto Albanese, 33 anni di Fino Mornasco, ricavata in una buca di due metri scavata in un giardino di Guanzate e poi ricoperta di terra, qualcuno avrebbe banchettato.
Una grigliata, per la precisione, che fa rabbrividire al solo pensiero e che richiama da vicino, come detto, le “tipicità” della ’ndrangheta. Non si sa

chi fosse presente a quel pasto. Non si sa nemmeno, a dire la verità, se lo sfregio massimo fosse realmente l’intento dei commensali.
Anche questa vicenda tuttavia è finita nelle carte depositate sui tavoli del pubblico ministero Massimo Astori e della squadra Mobile.
Una vicenda che, se trovasse riscontri, renderebbe ancora più cupe le tinte già fin troppo fosche dell’omicidio.
Nell’ambito delle indagini, sono quattro fino ad ora le persone arrestate anche se per altri motivi, e non per il delitto. Persone a cui sono stati contestati reati maturati nell’ambito deteriorato che ruota attorno a tutta questa vicenda. Uno di questi, Francesco Virgato, è al Bassone con l’accusa di tentato omicidio. Pochi giorni prima della sparizione di Albanese, a giugno, sparò – secondo l’accusa – più colpi in una casa di Cadorago. Stabile in cui, pochi metri oltre, abitava Albanese. Una delle tesi al vaglio è che i colpi fossero diretti a quest’ultimo e che ci fu un clamoroso errore. Ieri l’indagato non si è “nascosto” e ha risposto alle domande del giudice. Avrebbe negato di aver sparato, e avrebbe anche aggiunto che se si trovava da quelle parti era solo perché frequentava un pub poco distante. Il giudice tuttavia ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare.

Nella foto:
Nel cerchio rosso il barbecue ancora presente a Guanzate utilizzato per la grigliata
11 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto