Cultura e spettacoli

Lo stile di Emilio Pucci protagonista alla Fondazione Ratti

altMostre A Villa Sucota
«Lusso e voluttà», per parafrasare Charles Baudelaire, con disegni, tessuti e foto che ribadiscono il ruolo centrale del Lario nella filiera della moda d’alto bordo. Ha aperto ieri a Villa Sucota, sede della Fondazione Antonio Ratti, la mostra Emilio Pucci e Como che, aperta fino al 31 ottobre, intende analizzare e approfondire i rapporti del grande stilista con la città di Como e le sue industrie tessili. Da non mancare i primi disegni minuziosi e pieni di colori ispirati dai paesaggi italiani e dal folklore locale: il mare di Capri, le località sciistiche.

 «Convinto che l’Italia offre una ricchezza inesauribile di motivi e di idee, ho cercato da allora di trasportare su stoffa gli elementi più significativi», disse una volta Pucci. In particolare, l’esposizione valorizza i risultati degli studi svolti sugli album campionario della ditta Ravasi di Como, la prima industria tessile comasca a collaborare con Pucci. I capi provengono da collezioni private, dalla Fondazione Pucci di Firenze numerose immagini di abiti e foulard. La mostra in via per Cernobbio è aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30, sabato e domenica dalle 11 alle 19. Ingresso libero.

Nella foto:
Particolare di un foulard del 1952 in twill di seta, disegnato da Emilio Pucci e ispirato all’isola di Capri
7 Maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto