Lo Yacht Club apre a giovani velisti e piloti

Ieri sera la cena sociale – Molta carne al fuoco
Un Mondiale da festeggiare, con Maurizio Carando nell’Endurance gruppo B, una lunga serie di annunci e un forte sforzo per la promozione di motonautica e vela tra i più piccoli.
Sono questi, in sintesi, i contenuti principali della cena sociale dello Yacht Club Como, che si è svolta ieri sera nella sede di viale Puecher.
A fare gli onori di casa il presidente Giancarlo Ge, che ha fatto il punto della situazione davanti a ospiti importanti, tra cui il prefetto di Como, Michele Tortora.
«Nella motonautica non possiamo nascondere la nostra soddisfazione – ha detto il massimo dirigente – per la vittoria iridata del nostro portacolori Maurizio Carando».
«Ma siamo contenti – ha aggiunto – anche per la nomina di vicepresidente della Federazione regionale del nostro Maurizio Sauchelli, che porterà da noi un progetto di promozione per la pratica di questo sport tra i giovani».
Anche sul fronte delle gare il 2012 si annuncia interessante. «Il fiore all’occhiello rimane la Centomiglia del Lario – specifica Ge – ma abbiamo anche chiesto di poter ospitare un evento Endurance internazionale». Potrebbe anche essere una gara del Mondiale o dell’Europeo, su questo fronte è atteso un pronunciamento da parte della Federazione internazionale.
Soddisfazioni sono venute anche dalla vela. «Ci ha fatto enormemente piacere – ha detto il presidente – vedere centinaia di ragazzi che hanno partecipato ai nostri corsi che sono stati tenuti tra Como, Cernobbio e la nostra base di Domaso. E anche questo è un bel segnale».
Infine c’è un annuncio che riguarda la storica sede di viale Puecher. «Abbiamo fatto lavori importanti e stiamo per aprire il nuovo bar coperto, che è bellissimo – conclude Giancarlo Ge – L’inaugurazione dovrebbe essere nel periodo di Pasqua».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Il presidente Ge e il prefetto Tortora (in primo piano) con altri dirigenti dello Yacht Club

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.