«Ogni giorno faccio 74 km. Ma per 4.700 franchi vale la pena»

Laura, 47 anni, infermiera comasca
Il tragitto casa-lavoro misura 37 chilometri. Laura, infermiera comasca di 47 anni, sposata e mamma di tre figli, lo percorre due volte al giorno dal lunedì al venerdì ormai dal 2001. Ne vale la pena? «Per quanto mi riguarda sì – dice – E non è solo un fatto economico. Ho la fortuna di lavorare in un ambulatorio nel quale mi trovo molto bene. Non è sempre così. Ho alcune colleghe che erano passate in Svizzera ma poi sono tornate in Italia».
Sul piano economico, la convenienza è oggettiva. Laura, che ha un contratto
part-time al 70% – 28 ore la settimana, organizzato su più turni ma sempre in giornata, esclusi festivi e orari notturni – guadagna attualmente 4.700 franchi svizzeri, compresi 600 franchi circa di assegni familiari. Al cambio attuale, significa 3.900 euro circa. Il contratto delle cliniche, tempo pieno soltanto diurno, prevede un salario di circa 6mila franchi (5mila euro).
«Ho lavorato a Como fino al 2001 – ricorda Laura – Dopo la terza maternità avevo chiesto il part-time ma non mi è stato concesso. Ho cercato in Svizzera e ho trovato un lavoro che rispondeva alle mie esigenze in una clinica. Poi sono passata nell’ambulatorio nel quale lavoro ora. La decisione di cambiare non è stata dettata solo da motivi economici, anche se poi il salario più elevato ha il suo peso nelle scelte».
«In Svizzera, soprattutto nelle cliniche, l’organizzazione è diversa rispetto a quella italiana e non sempre un infermiere si trova bene – conclude Laura – Bisogna adattarsi, ad esempio, a lavorare in reparti che hanno molti medici accreditati ma senza un primario, una figura di riferimento. Non è sempre facile e, ripeto, conosco persone che sono tornate sui loro passi nonostante la diversità di trattamento economico. Ma tra le due situazioni a livello di salario non c’è paragone».

Anna Campaniello

Nella foto:
Fare l’infermiera in Svizzera è faticoso ma ben remunerato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.