“Lombardia”, la svolta. La gara di domenica

Ciclismo – Per ragioni di sicurezza e di visibilità la corsa abbandona il sabato: appuntamento al 6 ottobre 2013. Una stagione agonistica che si annuncia densa di prove
La notizia è sicuramente clamorosa e riguarda uno degli eventi più famosi che hanno come teatro il Lario e le sue strade: il prossimo anno il Giro di Lombardia non sarà più di sabato, come è sempre stato, ma di domenica.
L’appuntamento è dunque fissato per il prossimo 6 ottobre con la “classica delle foglie morte”. La richiesta è partita direttamente dagli organizzatori di Rcs Sport.
Una scelta che ha alla base due motivi: il primo è quello di ottenere una maggiore visibilità
per l’evento in quello che è stato definito «il giorno dello sport». E poi c’è anche una ragione di sicurezza, visto che alla domenica di solito c’è meno traffico sulle strade e il controllo è più gestibile sotto ogni punto di vista.
Non va poi dimenticato che tutte le più importanti “classiche” del ciclismo vengono disputate di domenica; la proposta di Rcs Sport è stata dunque accettata senza problemi dall’Unione Ciclistica Internazionale. Oltre che per il “Lombardia” lo spostamento sarà anche per la “Milano-Sanremo” (fissata al 17 marzo).
A distanza di quasi un anno è sicuramente prematuro parlare di luoghi di partenza e arrivo del Giro di Lombardia. Ma la certezza è che il Lario, con il passaggio sul Colle del Ghisallo, sarà un imprescindibile punto di riferimento per la corsa.
Bisognerà poi vedere se sarà confermato il passaggio sul Muro di Sormano, che nel 2012 è stato ripreso dopo decenni. Un passaggio epico, apprezzato dagli appassionati e dagli addetti ai lavori, con le forti emozioni suscitate dal passaggio della corsa su una salita che ha pendenze molto dure per i corridori. Lo scorso 29 settembre il francese Romain Bardet ha a suo modo scritto una pagina di storia, scollinando per primo sul Muro nella gara vinta dallo spagnolo Joaquim Rodriguez, che ha tra l’altro visto il lariano Mauro Santambrogio piazzarsi quarto (e primo degli italiani).
Ma, in attesa delle certezze che riguardano il Muro al “Lombardia”, ce ne è un’altra che riguarda l’ascesa di Sormano. Per la prima domenica di settembre, infatti, il presidente (appena rieletto) della Federazione ciclistica comasca, Franco Bettoni, ha intenzione di riproporre la corsa per Elite e Under 23 che termina al culmine della salita, davanti all’osservatorio della Colma. Una gara che era stata proposta nel 2011, ma che nel 2012 è saltata per problemi economici.
«Ma non vogliamo abbandonare questa bella idea – sostiene Franco Bettoni – e ci stiamo muovendo fin da ora per poterla organizzare».
L’attività nel territorio comasco sarà sempre molto intensa, con la riproposizione di competizioni che hanno scritto pagine di storia importanti per il pedale giovanile.
È il caso del Giro della Provincia per Allievi, che, al di là del nome, sconfinerà anche nei territori limitrofi, sicuramente nel Lecchese e nel Sondriese. Ma sono in corso trattative per fare arrivare una tappa nella zona di Milano o di Varese. «In quest’ultimo caso – ammette Bettoni – ci adegueremmo a quella che è la nuova provincia, coinvolgendo proprio Varese, dove c’è un nuovo comitato della Federazione con cui ci potrà essere una buona collaborazione».
Tra gli altri eventi che saranno curati, non mancherà il Memorial Rusconi, gara riservata alla categoria Elite e Under 23 e dedicata al ciclista scomparso nel 2003. A chiudere la carrellata di competizioni giovanili sarà, come sempre, la Giornata nazionale della bicicletta, che nel 2012 ha festeggiato la sua edizione numero 50.
Tornando ai Professionisti va infine segnalato che la “Tre Valli Varesine” partirà o arriverà – la decisione va ancora presa – da Campione d’Italia.

Massimo Moscardi

Nella foto:
La “classica” nel 2012
Nell’ultimo Giro di Lombardia gli organizzatori di Rcs Sport hanno riproposto, dopo decenni, il passaggio sul terribile Muro di Sormano (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.