L’Open day dell’università dell’Insubria fa il “tutto esaurito”

Il Chiostro di Sant’Abbondio dell’ateneo dell’Insubria

Aule piene, chiostro di Sant’Abbondio punteggiato dagli zainetti di colore diverso – in base all’area di studio – con il materiale informativo e tante facce giovani. Ragazzi, in alcuni casi accompagnati dai genitori, intenti a capire quale potrà essere il loro futuro. Le possibilità offerte dall’università dell’Insubria – ieri mattina l’Open day a Sant’Abbondio – sono diverse e i numeri certificano un interesse crescente da parte degli studenti. «Sono circa 650 i partecipanti – spiega Michela Prest, delegata del rettore per l’Orientamento – Si tratta di una crescita notevole rispetto all’anno scorso e questo andamento è certificato anche dalla recente graduatoria che analizza gli atenei italiani e che ci posiziona al secondo posto per crescita percentuale degli immatricolati al primo anno. Siamo a soli 60 iscritti dall’università di Trieste. Stiamo dunque lavorando bene, le aule sono piene». Le aspiranti matricole hanno raggiunto il chiostro di Sant’Abbondio, arrivate in prevalenza da Como, Lecco, Varese, Milano e rispettive province, ma in tanti si sono organizzati da fuori: Svizzera, Piemonte, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Calabria, Campania e Sicilia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.