«Per noi è doveroso intervenire»

Il questore

(f.bar.) È soddisfatto per l’operazione di sgombero in via Napoleona, il questore di Como Michelangelo Barbato. «L’intervento si è svolto senza alcun intoppo. Buona parte dei ragazzi all’interno si trovava ancora a letto, quando sono arrivati gli agenti – ha detto il questore – Ne sono stati identificati in tutto dodici».
Nessun fermo ed edificio nuovamente sigillato. «Molti degli occupanti erano già noti alle forze dell’ordine. In passato, alcuni membri del “Collettivo dintorni

reattivi” avevano infatti organizzato e partecipato a una serie di manifestazioni. Ad esempio, all’esterno del carcere del Bassone».
Quello degli stabili abbandonati rimane un problema serio. «Ovviamente, per noi è doveroso intervenire laddove si vengano a creare situazioni di tal natura. Certo è che il tema del controllo delle strutture abbandonate è molto ampio. Spesso si tratta infatti di monitorare la presenza di sbandati o irregolari. Non è il caso di stamattina (ieri, ndr) perché i ragazzi erano in parte già noti», conclude il questore di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.