«Pioggia, problemi per 11 istituti e 30 edifici»

I danni al patrimonio pubblico
L’assessore Gerosa: «In passato fatta poca manutenzione»
Un’ammissione e un’accusa. Come spesso accade, anche nell’ultima newsletter diffusa dall’assessore all’Edilizia pubblica, Daniela Gerosa, non mancano gli spunti interessanti. In questo caso, il tema della comunicazione era legato ai danni della pioggia su molte strutture pubbliche. Anzi, per meglio dire, su molte più del previsto.
«Numerosi edifici pubblici, in particolare istituti scolastici, presentano problemi di infiltrazioni più o meno gravi – ha ammesso la Gerosa – L’impressione sconcertante è che negli ultimi anni non siano state dedicate risorse alla manutenzione ordinaria, lasciando l’ufficio tecnico all’osso, il che ha portato alla situazione di oggi. Lo stesso discorso vale per le buche e i dissesti che causano le pozze».
Accuse chiare, quelle messe nero su bianco dall’assessore comunale. E difficilmente non sovrapponibili con i nomi degli assessori dell’ultima giunta Bruni.
Come anticipato, nella newsletter, Daniela Gerosa rivela anche i numeri degli edifici pubblici in crisi. «Piove da un giorno e mezzo e siamo in tilt in 11 scuole e 30 edifici comunali fra case e impianti sportivi – è l’ammissione dell’assessore – Oltre a dover fare fronte a problemi di esondazioni di tombini, pozze, pozzanghere, stagni e laghetti vari. Oggi possiamo fare del nostro meglio per tamponare l’emergenza – ha aggiunto la Gerosa – Visti i tagli spaventosi e le risorse quasi a zero sappiamo già che non avremo il necessario per risolvere tutti questi problemi in modo definitivo. Ma tant’è».
Per il futuro, dunque, «l’impegno è quello, una volta rientrata l’emergenza, di pianificare da subito con gli uffici tecnici le manutenzioni vitali per la fruibilità delle strutture, per evitare in futuro situazioni analoghe. L’invito è a segnalare eventuali problemi in edifici pubblici che necessitano di interventi immediati a urp@comune.como.it ».

Nella foto:
Come al palazzetto di Muggiò (nella foto Mv) molte altre strutture comunali hanno seri problemi di infiltrazioni d’acqua

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.