Sport

Guariniello: «Proseguo l’indagine sulla Sla. Stiamo aggiornando tutti i dati»

alt

L’intervista a Raffaele Guariniello

Un dramma assoluto. Una malattia che fa progressivamente scemare le funzioni vitali e «che Stefano Borgonovo ha saputo affrontare con un’enorme forza d’animo. Sono stati anni durissimi che ha superato anche grazie alla presenza della sua splendida compagna di vita. Una donna eccezionale che è sempre stata al suo fianco».
Le parole sono di Raffaele Guariniello, procuratore di Torino che indaga sulla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica. Una terribile malattia che ha colpito molti

calciatori, con un’alta percentuale di ex del Como, fra cui Piergiorgio Corno che ancora lotta contro questa patologia gravemente invalidante del sistema nervoso capace di bloccare progressivamente le persone colpite.
Purtroppo Stefano Borgonovo non ce l’ha fatta. Altri ex lariani che sono stati colpiti, scomparsi recentemente, sono lo storico capitano Adriano Lombardi, Celestino Meroni, fratello del grande Gigi, e Albano Canazza. E tra i nomi più noti non va dimenticato Gianluca Signorini, ex capitano del Genoa, oltre a Fulvio Bernardini, già commissario tecnico della Nazionale azzurra.
Il procuratore di Torino ormai da diversi anni indaga sulla possibile correlazione tra il mondo del calcio e la Sla. In passato è anche stata aperta un’inchiesta per verificare l’eventuale presenza di sostanze tossiche nei campi di allenamento del Como, a Orsenigo, e sul terreno di gioco del Sinigaglia. Vennero anche compiuti dei carotaggi nel campo di gioco.
«Le indagini proseguono. Non si sono concluse. Sia su questo che su altri fronti – ha aggiunto Guariniello – Si tratta di un’analisi molto ampia. Stiamo aggiornando tutti i dati raccolti fino a un anno fa. Stiamo analizzando i casi e le informazione selezionate».
Parallelamente alla possibile connessione con il mondo del calcio, da tempo il procuratore Guariniello ha anche concentrato le sue indagini, oltre che sullo studio delle sostanze utilizzate per la manutenzione dei campi, anche sul mondo agricolo da dove «arrivano indicazioni da valutare con estrema attenzione – precisa Raffaele Guariniello al “Corriere di Como” – Anche in questo settore si fa uso di pesticidi e diserbanti».
«Questa potrebbe essere, forse, una causa della Sla che ha colpito molti calciatori e molte persone che lavorano la terra, con un’incidenza superiore alla media – aggiunge Guariniello – Stiamo anche verificando l’esposizione ai fitofarmaci nei soggetti ricoverati».
La questione che riguarda gli agricoltori era emersa osservando le dimissione dagli ospedali piemontesi e i dati dell’Inps dai quali emersero 123 casi accertati di persone colpite dalla Sla.
«Ci muoviamo e continuiamo a farlo in tutte le direzione. Purtroppo il caso del povero Borgonovo è paradigmatico. L’evoluzione del male è quella che abbiamo osservato in tutti i casi di calciatori che abbiamo analizzato – conclude Raffaele Guariniello – Anche in quelli di giocatori meno noti».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Stefano Borgonovo allo stadio di San Siro, contro il Milan, con la maglia del Como
29 Giu 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto