«Puntiamo più in alto del sesto posto»

Basket femminile – La Comense pronta al debutto in Coppa Italia
Harmon, nuovo capitano, traccia l’obiettivo per la nuova stagione
Ultima amichevole per la Comense, oggi a Parma, in preparazione del debutto ufficiale nell’andata di Coppa Italia in programma domenica 2 (ore 18) a Cagliari (dove sta per essere annunciato l’acquisto di Abiola Wabara).
Quello con le ducali è il return match della gara vinta dalle lariane la settimana scorsa al Palasampietro per 73-52.
Intanto la Comense ha aperto ufficialmente la campagna abbonamenti per seguire la stagione 2011-2012 di Jill Harmon (eletta dalla squadra come nuovo

capitano) e compagne. La tessera, del costo di 100 euro, è comprensiva di tutte le partite di campionato, Coppa Italia e playoff. Il posto è unico e gli abbonamenti sono in vendita negli orari d’ufficio nella segreteria di via Partigiani a Como.
Come detto, il nuovo capitano, per questa stagione, è la neozelandese Jillian Harmon. Un ritorno molto atteso da tutto l’ambiente nerostellato che ha riabbracciato l’ala delle “Tall Ferns” (soprannome della Nazionale femminile del suo Paese d’origine) pronta alla sua terza stagione con la maglia della Comense.
Harmon è arrivata per ultima ma è già in grande forma, visto che per tutta estate è stata impegnata nel lungo torneo preolimpico con la sua nazionale.
«È vero – ammette – Sto molto bene e sono già in buone condizioni. Purtroppo non ci siamo qualificate per le Olimpiadi di Londra 2012 perché dopo la prima fase, dove abbiamo affrontato Cina e Brasile, a settembre abbiamo giocato le sfide decisive con l’Australia, che però ci ha battuto confermando di essere una delle squadre più forti al mondo».
Ora, quindi, Jill è tutta per la Comense. «Assolutamente sì – dice sorridente sforzandosi di parlare in italiano – sono molto felice di essere tornata ancora a Como. Ripeto, sono in buona forma e ora devo inserirmi nei nuovi giochi e conoscere le compagne appena arrivate. Sono state inserite nella rosa alcune giocatrici giovani: bene, ora sarà importante costruire subito un gruppo unito e forte».
Parole da veterana e da leader, lei che è nata nel 1987. «Già sono una delle più vecchie della rosa – dice – Scherzi a parte, il vero leader deve essere il gruppo». Già, ma tra le nuove è arrivata anche una certa Brooke Smith. «Sono felicissima che Brooke sia tornata perché, oltre a essere una giocatrice fortissima, è anche una mia grande amica: sono sicura che ci aiuterà a giocare molto bene e speriamo ancora meglio delle ultime stagioni».
Dunque si riforma l’accoppiata Smith e Harmon, che ha dimostrato di essere molto affiatata prima in America, quando entrambe giocavano per la Stanford University, e poi anche due stagioni fa proprio con la maglia della Comense.
Ma quale può essere l’obiettivo di questa squadra? «Ripeto la cosa importante: ora, è lavorare tanto per far crescere la squadra che si è rinnovata e ringiovanita. L’obiettivo sono i playoff e provare a migliorare il piazzamento dell’anno scorso, chiuso al sesto posto».
Tra i volti nuovi della Comense 2011-2012 anche un’altra nazionale come Kim Butler, colonna della Gran Bretagna. «L’ho già conosciuta sul campo – dice Harmon – visto che l’ho affrontata in America con il College, ma mai con la Nazionale. Con lei siamo ancora più forti e sono certa che ci darà una grande mano per fare un’ottima stagione».
In attesa del via del campionato, sabato prossimo, 1 ottobre, la sede della Comense, alle ore 12, ospiterà la presentazione del logo delle celebrazioni della società per il 140° anniversario di fondazione. Ci saranno dirigenti, tecnici e atleti di tutte le specialità della società nerostellata.

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Neozelandese
Un’azione d’attacco di Jillian Harmon, nuovo capitano della squadra nerostellata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.