Elezioni 2012

«Rimbocchiamoci le maniche, tra la gente»

Mirko Pontrelli – Lega
Il primo passo è ammettere la sconfitta: «La batosta c’è stata, eccome, a livello personale e, quello che più fa male, per la Lega nel suo complesso». Il passo immediatamente successivo però è uno scatto d’orgoglio: «Dobbiamo rimboccarci le maniche e iniziare subito a lavorare, a ricreare una squadra con il cuore, a stare tra la gente».
Mirko Pontrelli (nella foto), presidente uscente (e anche l’ultimo, dato che saranno aboliti i “parlamentini” di quartiere) della Circoscrizione 3 di Camerlata, ha scelto di far parte
della lista del Carroccio a sostegno di Alberto Mascetti. Ha raccolto 55 preferenze. Si aspettava molto di più e non ha paura ad ammetterlo. «Evidentemente non sono stato abbastanza chiaro con i potenziali elettori – dice – Faccio un “mea culpa” e sono pronto a ricominciare a lavorare subito. Sono stato sempre in mezzo alla gente, probabilmente non abbastanza. Lo farò ancora di più. Il risultato della Lega in generale non è stato quello che ci aspettavamo. Subiamo una situazione, ma le colpe non sono certo solo dell’amministrazione uscente. Dobbiamo fare tutti l’esame di coscienza, io per primo».
Pontrelli ha 29 anni e ha già alle spalle un’esperienza politica significativa. Negli anni in Circoscrizione ha portato avanti, prima di tutto, la battaglia contro la moschea di via Pino, oggi centro culturale islamico. «Credo di avere il tempo per ripartire e rimettermi in gioco – dice – Però vedere la Lega a una percentuale così bassa è una sofferenza, fa male, anche più della mia sconfitta personale. Per il movimento è stato un colpo inaspettato, eravamo certi di fare meglio».
Nelle ore immediatamente successive alla chiusura delle urne, il giovane leghista ha già cominciato a guardarsi indietro per capire cosa non abbia funzionato. «Probabilmente il mio errore più grande è stato, stando in Circoscrizione, accettare e subire troppo passivamente quanto accadeva in Comune – dice Mirko Pontrelli – Probabilmente dovevo rompere maggiormente gli schemi ed essere più propositivo, farmi sentire con maggiore incisività. Ho aspettato troppo a lungo prima di muovermi e denunciare quanto a Palazzo Cernezzi non funzionava. Comunque, ribadisco, non mi voglio certo arrendere. C’è molto da fare, dobbiamo riportare la Lega laddove merita».

Anna Campaniello

10 Mag 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto