«Sacro Monte e Isola Comacina. Assi nella manica per Expo 2015»

altDomani tour sul Lario per l’assessore alla Cultura del Pirellone
L’Isola Comacina e il Sacro Monte di Ossuccio, ma anche le dimore storiche, come strumenti primari per promuovere il turismo e il patrimonio culturale lariano all’Expo 2015. Ne è fermamente convinta Cristina Cappellini, assessore alla Cultura, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, domani sul Lario per il progetto di assessorato itinerante “Culture in Cammino”.
Non toccherà Como, il tour, dato che di recente l’assessore è stata già ospite del festival di spettacoli dell’As.Li.Co. all’Arena del Teatro Sociale in via Bellini. Ma questa volta tiene a sottolineare l’importanza di due tesori giustamente celebri a livello internazionale. Infatti domani

in mattinata sarà al Sacro Monte di Ossuccio, nel decennale dell’inserimento della via sacra nel patrimonio mondiale tutelato dall’Unesco, partendo dal municipio attorno alle 10.30. Nel pomeriggio, sarà a Caglio per la mostra “a cielo aperto” dedicata all’opera del pittore Giovanni Segantini e al Santuario della Madonna di Campoè. Infine “Cortili in Festa”, presso la chiesa dei Santi Cosma e Damiano a Rezzago, con visita a Palazzo Arese Borromeo.
«La rete dei “sacri monti” che come Regione da tempo stiamo valorizzando, partendo da Varese, insieme con i piemontesi – dice Cappellini – è un asso nella manica comasca, proprio in vista dell’esposizione universale. E lo è anche l’Isola Comacina con la sua somma di valori storici, artistici e archeologici, al centro di un grande progetto di valorizzazione, l’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale “Magistri Comacini”». Un impegno notevole, dato che, con un totale di 14 milioni di euro coinvolge 21 enti tra cui appunto il Pirellone.
Su Isola Comacina e valorizzazione del patrimonio artistico dei Magistri Cumacini, l’assessore regionale alla Cultura terrà un altro incontro con il territorio comasco nei prossimi mesi.
E Como? «La percepisco come città viva, e all’interno di un territorio a sua volta vivo sotto il profilo dell’impegno culturale, che ha voglia di emergere e di farsi conoscere fuori dai propri confini – prosegue Cristina Cappellini – come ho potuto constatare in precedenti visite nel capoluogo in cui ho toccato con mano il fervore delle attività del Teatro Sociale, nella cui Arena, vero punto di eccellenza dopo il recupero funzionale a scopi culturali, ho applaudito l’omaggio al maestro Premio Oscar Ennio Morricone, e dell’Università dell’Insubria. Non meno vivaci sono le attività del mondo delle associazioni, come appunto il festival estivo del Sociale e come “Parolario” che cura l’omonima kermesse libraria a Villa Olmo».
I comaschi proverbialmente dormienti sotto il profilo culturale quindi sono una leggenda metropolitana? «La mia missione come assessore è lavorare a stretto contatto con le autonomie locali, andare sul territorio, cogliere gli spunti e le richieste che provengono dagli amministratori – dice Cristina Cappellini – E poi dare risposte. In un momento in cui soffriamo in generale per la crisi economica e i governi locali sono in sofferenza, è a mio avviso significativo, ad esempio, rimarcare l’importantissima e molto attesa Legge 9 che ha raddoppiato la dotazione finanziaria (si è passati infatti da 400mila euro iniziali, a 850mila euro finali). Con un avviso unico, che comprende 4 bandi (tra cui anche la citata Legge 9), sono a disposizione dei lombardi ben 3 milioni di euro».
Ma cosa l’affascina di più di Como e del Lario? I monumenti? Il paesaggio? «Quel che mi sembra molto positivo è il radicamento dell’identità, la voglia di puntare molto sulle tradizioni orali. L’ho notato curando la prefazione a un libro di poesia in dialetto della Val Cavargna in uscita a fine mese. Un piccolo mondo antichissimo. E poi c’è il percorso delle ville storiche in Brianza. Le candideremo come Regione Lombardia tra le sedi di rappresentanza per l’Expo».

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Veduta del Sacro Monte di Ossuccio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.