«Sembra assurdo che nel preventivo non vi fossero i soldi per il servizio»

I commenti – La replica dei consiglieri regionali
«Mi lascia perplesso la notizia che, tra le voci del bilancio preventivo dell’Asl di Como, non figurasse la voce relativa alla spesa per la campagna antinfluenzale, storicamente di circa 700mila euro». Sono le prime dichiarazioni del capogruppo regionale del Pd, Luca Gaffuri, dopo l’audizione in commissione Sanità del direttore generale di via Pessina.
Gaffuri mette in evidenza anche presunti problemi nel rapporto tra Regione e Asl di Como. «A mio avviso, tra l’azienda

 sanitaria lariana e l’assessorato regionale alla Sanità non c’è comunicazione – dice l’esponente del Pd – L’assessore Bresciani ha contestato apertamente le decisioni di Bollina su come organizzare la campagna vaccinale e queste dichiarazioni non possono essere imputate a un fraintendimento, come ha invece riferito il direttore dell’Asl».
L’esito dell’audizione, a detta sempre di Gaffuri, è stata però positivo. «Sono soddisfatto   che Bollina abbia rilasciato risposte puntuali su alcune questioni in ambito sanitario che hanno animato il dibattito comasco nel corso degli ultimi mesi». Oltre alla campagna vaccinale, al Pirellone sono stati affrontati i problemi delle code per l’esenzione dal ticket e la riorganizzazione delle commissioni di invalidità.
«Auspico – ha concluso Luca Gaffuri – che, sia sul fronte dei disabili, sia sull’assistenza agli anziani che chiedono informazioni o devono inoltrare la pratica per l’esenzione dei ticket, l’Asl metta in campo una migliore organizzazione».
Ad ascoltare le parole di Roberto Bollina, pur non facendo parte della Commissione, era presente anche il consigliere lariano della Lega Nord, Dario Bianchi.
«Nelle scorse settimane mi sono occupato direttamente del problema dell’organizzazione della campagna vaccinale, così come avevo fatto per altri temi quali la commissione di invalidità civile – dice il leghista – Mi sembra che il direttore dell’Asl abbia risposto alle domande e spiegato la sua posizione sui vari temi. Non credo però che si possano considerare risolti e archiviati tutti i problemi. Credo piuttosto che dovremo aspettare di vedere i risultati, soprattutto della campagna vaccinale, e capire se davvero i cittadini non abbiano problemi».

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.