«Sembrava di essere in un film. Ma gli americani sanno risollevarsi»

Maurizio Faverio
«Ero a New York per lavoro – racconta Maurizio Faverio, assessore alle Politiche Giovanili di Como – Quel giorno dovevo andare da un cliente sulla Nona strada. Lavoravo al 17° piano, con vista sulle due Torri. Ci sono state urla che provenivano dalle sale attigue e abbiamo assistito in diretta alla tragedia. Sembrava un film, non pareva reale. Siamo rimasti bloccati per alcuni giorni a New York, finché siamo saliti sul primo volo per Milano». Con quale spirito vive l’anniversario? «Da allora

il mondo è cambiato. Siamo stati tutti ricondotti bruscamente a un piano di realismo crudo che nessuno immaginava. Per fortuna l’America sa risollevarsi. L’odore di gomma bruciata è durato mesi, ma la Grande Mela ha saputo reagire».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.