«Soldi dei frontalieri, l’Italia intervenga»

Dopo il blocco in Canton Ticino –  Il governo convoca un vertice con Berna per affrontare il problema
I sindaci dei Comuni di confine: «Per i nostri territori sono vitali»
Levata di scudi dei sindaci dei Comuni comaschi al confine con la Svizzera. È grande la preoccupazione dei primi cittadini per i mancati introiti dovuti al blocco della metà dei ristorni dei frontalieri. Unanime il commento: «Si tratta di soldi vitali per i nostri territori, non possiamo farne a meno. L’Italia prenda in mano la situazione e faccia valere un accordo che risale al 1974». E il governo accelera i tempi e convoca, già per la prossima settimana, un vertice con la Svizzera per affrontare il problema.
Leggi l’articolo di Campaniello in PRIMO PIANO

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.