«Stupefatto dalle parole del tecnico»

Lettera

Mi lasciano stupefatto le dichiarazioni dell’ingegner Antonio Viola, prossimo pensionato, sulle strade della convalle comasca. Oppone la vendita della Villa Olmo alla sistemazione del manto stradale, cioè come dire lasciamo perdere.
Invece io direi un’altra cosa, se di contrapposizione si debba parlare eliminerei i benefici inutili per cose non fatte o fatte male e certi stipendi gonfiati che spero ora si sgonfino. Poi, per quanto riguarda la posa del bitume nei buchi, non mi convince che

la pressa coi piedi o il badile sia efficace come quella meccanica.
Difatti se metto il catrame in un buco dove c’è ancora dell’umido la pressa meccanica piccola o grande spinge fuori la parte liquida e rende uniforme e liscio l’amalgama bitumoso. Riguardo la vendita dell’Acsm, dico che è stato un grosso sbaglio come quello della gestione dei parcheggi o altro, che sarebbero una fonte di ricavi per appunto affrontare certe spese, non per nulla esistono le partecipate.
Se in una famiglia si vendono i gioielli dopo come si possono reinvestire…?

Massimo Caronti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.