Elezioni 2012

«Tam tam» di email per candidare ad assessore Roberta Marzorati

Lista “Per Como”
Una “catena” elettronica per sostenere la candidatura di Roberta Marzorati ad assessore ai Servizi sociali. E la richiesta, proveniente dalla lista Per Como, di eleggere un presidente del consiglio comunale che sia espressione dei gruppi di opposizione.
Sembra essersi conclusa la pace armata tra la maggioranza di centrosinistra e gli ex alleati della civica guidata da Mario Molteni.
Il mancato accordo sull’apparentamento al ballottaggio e la probabile esclusione dalla compagine di giunta
di Roberta Marzorati, non eletta a Palazzo Cernezzi nonostante le quasi 600 preferenze personali, ha innescato una prima schermaglia sfociata in due iniziative politicamente “robuste”.
La prima è un «tam tam» di email indirizzate al sindaco, Mario Lucini. Messaggi tutti con un unico testo: «Considerato il serio impegno civile concretamente dimostrato nell’affrontare i problemi cittadini degli ultimi anni, considerato l’alto numero dei voti ricevuti nelle recenti votazioni amministrative, si chiede al sindaco di riconsiderare la possibilità di assegnare alla dottoressa Roberta Marzorati la carica di assessore ai Servizi sociali per le competenze da Lei acquisite». I sostenitori della lista civica Per Como contano di recapitare centinaia di email nella casella di posta di Lucini. Con quale risultato è difficile immaginare. La seconda iniziativa riguarda invece la possibilità di eleggere un presidente del consiglio comunale che provenga dalle file della minoranza. È Molteni a lanciare l’idea. «La settimana scorsa ho letto sui giornali che il candidato sindaco del Pd a Erba ha chiesto al sindaco di assegnare la presidenza del consiglio comunale alle opposizioni, come gesto istituzionale di cortesia. Quel che vale a Erba – dice adesso Mario Molteni – può valere anche a Como. Non chiedo ovviamente la presidenza per me. E credo che questa iniziativa possa essere condivisa dagli altri consiglieri di opposizione».
La risposta del sindaco è stata immediata e di segno negativo. «Non mi sento di prendere un impegno sulla proposta avanzata da Molteni – ha dichiarato Lucini a Etg – Il nostro obiettivo è di scegliere per la presidenza dell’assemblea una persona equilibrata, in grado di garantire un corretto svolgimento dei lavori nel rispetto delle prerogative dei consiglieri di maggioranza e di minoranza. È comunque una scelta delicata – ha aggiunto il sindaco – basti pensare all’ultimo mandato in cui i problemi tra la presidenza del consiglio e l’esecutivo hanno avuto un loro riflesso abbastanza marcato sulla vita del Comune. È verosimile quindi che il presidente sia trovato all’interno della maggioranza».

29 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto