Luca Mercalli agli studenti comaschi: «Salvate la Terra»

altIeri mattina all’auditorium della Magistri Cumacini
(f.bar.) La Terra sta morendo. E l’uomo ne è il principale responsabile. Lo sfruttamento massivo delle risorse energetiche, l’inquinamento selvaggio dell’ecosistema, la sovrapopolazione, i cambiamenti climatici, i cicli alimentari mutati. Sono queste soltanto alcune delle “buone azioni” causate dagli esseri umani.
«Andando avanti così, entro la fine del secolo la Terra si surriscalderà eccessivamente. Il termometro segnerà in media dai 5 ai 6 gradi in più e ciò equivarrà alla catastrofe»

. Le parole sono di Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, volto televisivo di Che tempo che fa. Ieri mattina, all’auditorium della Magistri Cumacini Mercalli ha tenuto una lezione sul futuro del globo.
«Voi siete il futuro. Dovete rendervi conto di quanto sta accadendo – ha detto rivolto agli studenti – La Terra si sta lentamente spegnendo. Soltanto voi potrete invertire la rotta. Le vostre capacità serviranno ad arginare il declino in atto. Tra voi ci potrebbe essere chi sarà in grado di inventare o scovare nuove fonti energetiche. Qualcuno magari avrà la capacità di pilotare il futuro del nostro pianeta». Oggi sulla Terra siamo 7 miliardi. Un settimo degli abitanti del pianeta non ha di che mangiare. «Che cosa accadrà quando nel 2050 arriveremo a 9 miliardi? Lo sfruttamento intensivo della Terra ha annientato ecosistemi ed etnie. Sta causando cambiamenti climatici catastrofici. Il buco nell’ozono si allarga, l’uso eccessivo di acqua dolce che poi restituiamo inquinata, la cementificazione, l’inquinamento atmosferico, l’alterazione dei cicli vitali stanno modificando il pianeta».
Un discorso ricco di particolari impressionanti volutamente utilizzati per mantenere alta l’attenzione. «Tutto ciò fornisce un’impronta ecologica che nel nostro caso dice come noi consumiamo più risorse di ciò che la Terra ci offre. Nel 2008 lo sfruttamento massivo ha indicato come stiamo usando una Terra e mezzo ovvero il 150% delle risorse. E come andremo avanti? Non abbiamo 3 Terre. Dobbiamo essere efficienti con quello che c’è, tagliare gli sprechi. A voi capire come fare». E al termine della lezione un gruppo nutrito di studenti ha “bloccato” Mercalli per interrogarlo su numerose questioni come il recente ritrovamento di alcuni cinghiali radioattivi a Castiglione Intelvi e sui sistemi migliori per costruire limitando gli sprechi energetici.

Nella foto:
Luca Mercalli (a sinistra) con l’assessore comasco all’Ambiente Bruno Magatti (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.