Nuova impresa: Luca Schiera sulla vetta del Cerro Torre in Patagonia

© | . . Luca Schiera, 24 anni, di Anzano del Parco

Nuova grande impresa di Luca Schiera, lo scalatore 24enne di Anzano del Parco, portacolori dei Ragni di Lecco. Il giovane comasco ha infatti conquistato la vetta del Cerro Torre, in Patagonia, in Sudamerica, 3.128 metri).
La montagna che è considerata tra le più difficili al mondo, se non la più difficile. Luca Schiera è salito in cima con il lecchese Luca Gianola e gli svizzeri Silvan Schupbach e Pascal Fouquet.
Un obiettivo importante e prestigioso per l’anzanese, considerato uno dei migliori giovani a livello mondiale, che nel suo curriculum ha già una serie impressionante di montagne conquistate, soprattutto in Patagonia (ad esempio la Torre Egger).
Il Cerro Torre è considerato una montagna mitica. Una parete granitica ripidissima e un fungo finale di ghiaccio, pure molto impegnativo, che sono stati “espugnati” per la prima volta nel 1974 proprio da una spedizione dei Ragni di Lecco. Schiera e i suoi compagni hanno utilizzato la stessa via.
Ma l’avventura in Sudamerica non è finita qui. Infatti, subito dopo aver scalato il Cerro Torre, l’anzanese è rientrato velocemente perché alle porte ci potrebbe essere una nuova grande impresa.
Con l’altro Ragno Matteo Della Bordella potrebbe dare l’assalto al Fitz Roy che, doveroso ricordarlo, era il primo obiettivo della spedizione. Finora non è stato possibile per il maltempo, ma ora è attesa una finestra di sole che significherebbe via libera. Unica incognita, le condizioni fisiche di Schiera. In caso di forte stanchezza rinuncerà. Sarà lui a valutare in queste ore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.